Unità cinofila della municipale, Curcio (Lega): “Finora sequestri di droga con risultati scarsi”

“Dal 2008 ad oggi 3 vigili e 2 cani sono costati 125mila euro all’anno. Nel 2019 è stato sequestrato solo un etto di droga”. Il consigliere della Lega Marco Curcio interviene sull’unità cinofila della polizia municipale, soppesando costi sostenuti e risultati.
“Da quando la polizia municipale ha attivato l’unita cinofila sono stati spesi in tutto circa 1 milione e mezzo di euro. Abbiamo 2 cani e 3 vigili che da 10 anni si dedicano esclusivamente solo a questo: il costo è notevole, ma si tratta di un reparto speciale che hanno solo pochi altri Comuni italiani, che deve essere utilizzato di più e in modo migliore” osserva il consigliere.
“No, non è uno dei tanti sprechi del Comune: è un’opportunità importante che dovrebbe compiere interventi mirati sulle zone a rischio, aumentando il numero dei controlli, facendoli più mirati, dove serve e dove si possano ottenere risultati superiori se si pensa che nel corso del 2019 è stato sequestrato solo un etto di droga”.
“Prato è una delle principali centrali di spaccio e consumo di stupefacenti, siamo i terzi in tutta Italia: proprio per questo l’unità cinofila della polizia municipale dovrebbe portare a casa numeri sempre più importanti in termini di sequestri di sostanze stupefacenti” conclude Curcio, che presenterà una mozione in cui chiede di “incrementare le uscite” e “renderle più efficaci in termini di risultati anti-droga”, con un occhio di riguardo per “zone calde come al Serraglio e alla stazione Centrale”. Proprio ieri,  grazie all’utilizzo dei due cani antidroga Akron e Devil, sono stati sequestrati 10 grammi di cocaina.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*