Il giardino di Oste sarà ridisegnato da Moneyless, l’alchimista geometrico dell’arte urbana FOTO

Il Comune di Montemurlo ha deciso di scommettere sull’arte per riqualificare il giardino di via Palarciano a Oste e renderlo bello e attrattivo, non solo per gli abitanti della frazione, ma anche per tutti gli amanti dell’arte contemporanea. Lo spazio infatti da tempo è vittima di episodi di vandalismo e di “cattive frequentazioni”, soprattutto in orario serale, come segnalano i residenti della zona. 

Così il Comune ha deciso di dare una svolta a tutta la zona ed ha avviato l’importante progetto di restyling dello spazio, che cambia totalmente nella sua concezione. Il giardino sarà innanzitutto recintato, diventando così uno spazio “protetto”, grazie al servizio di chiusura notturna (come accade già per il giardino Piccolo Principe o per l’area giochi di via Deledda) per assicurare la corretta fruizione diurna delle famiglie, dei bambini e dei ragazzi.

Ma il Comune ha deciso anche di riqualificare il giardino attraverso l’arte e la bellezza, chiedendo aiuto ad uno degli artisti emergenti più importanti del panorama internazionale della street art: Moneyless, ovvero Teo Pirisi. L’artista, di origini milanesirealizzerà un coloratissimo playground, il terreno di gioco del vecchio campo da basket, dando nuova vita ad una vera opera d’arte e contribuendo alla riqualificazione urbana di tutta la zona circostante, unendo i fini sportivi ad una valenza estetica ed artistica. Il manto di gioco del campo, quindi, sarà rifatto completamente e, oltre alle linee di gioco, i ragazzi che frequenteranno il giardino troveranno i colori e i motivi geometrici, segni distintivi dell’artista (nella foto in alto, un rendering di come apparirà il campetto da basket dopo l’intervento).

«Con la riqualificazione del giardino di via Palarciano concludiamo gli interventi sui giardini per il 2020 nelle tre frazioni del Comune.- spiega l’assessore all’ambiente, Alberto Vignoli – Si tratta di un intervento ambizioso e rappresenta la risposta al degrado e alle cattive frequentazioni della zona. Vogliamo che il giardino di via Palarciano diventi bello e attrattivo non solo per i cittadini di Oste, ma anche per chi arriva da fuori, magari dai Comuni limitrofi e per gli amanti dell’arte».

Il progetto complessivo della manutenzione straordinaria del giardino di via Palarciano ha un valore complessivo di circa 40 mila euro. I lavori sono stati aggiudicati dalla ditta Banchelli ed entro questa settimana il Comune provvederà alla consegna. Gli interventi dunque, prenderanno il via a breve: i lavori di muratura saranno conclusi entro il 2020, mentre l’opera d’arte sarà realizzata la prossima primavera, quando il tempo sarà più stabile e soleggiato.

Tra gli altri interventi che saranno realizzati nel giardino, al campetto da basket saranno sostituiti i canestri adeguandoli alle normative di gioco vigenti. Il giardino sarà completamente recintato e la siepe che ora costeggia via Palarciano sarà tagliata e ne sarà piantata una nuova nell’area nord del parco per schermare lo spazio da un deposito di cantiere, che confina con il giardino. Tra gli altri lavori, saranno corrette le pendenze dei vialetti pedonali per evitare pozzanghere e ristagni d’acqua e saranno sostituite tutte le panchine presenti. L’area gioco per bambini, rinnovata solo nel 2012, non sarà oggetto di particolari sistemazioni; sarà solo riparato il tappeto colorato di gomma colata antiurto (realizzato nel 2017), che presenta alcune crepature.

CHI E’ MONEYLESS – Moneyless (nella foto sopra), nato a Milano nel 1980 e cresciuto a Lucca, si è diplomato all’Accademia di Belle Arti di Carrara in Multimedia e ha successivamente conseguito la specializzazione in Comunicazione e Design all’ISIA di Firenze. Affonda le sue radici nella scena dei graffiti anni ‘90 ma abbandona presto il writing per concentrarsi sulla purezza della forma e sullo studio della geometria come elemento essenziale di origine, comprensione e costituzione materiale della natura stessa. Moneyless è riuscito a creare uno stile unico e ben riconoscibile che lo ha portato a essere identificato fra i pionieri e maestri del muralismo astrattista in Italia. Moneyless è oggi tra i più importanti artisti urbani internazionali con opere realizzate su palazzi e in contesti pubblici di tutti i continenti; è entrato in prestigiose collezioni pubbliche e private e ha esposto in gallerie e in spazi museali in Italia e nel mondo; ricordiamo fra le mostre collettive Cross the Streetal Macro, On the Wall al Palazzo Collicola di Spoleto, Abstracta da Balla alla Street art al Museo Gagliardi di Noto, Relazioni estetiche alla Reggia di Caserta e fra quelle personali Wall painting collateral for Adidas, Transparency, Papers teller e Per aspera ad astra (Soze Gallery, Los Angeles), 2008-2018. Nel 2019 gli è stata dedicata la mostra retrospettiva “Moneyless – l’alchimista geometrico dell’arte urbana” a Palazzo delle Esposizioni della Fondazione Banca del Monte di Lucca, della quale è stato pubblicato anche il suo libro ragionato, che ne ripercorre la carriera fino ad oggi.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*