Una mascherina contro la violenza sulle donne: la campagna lanciata dalla Cgil

Una mascherina contro il virus, una mascherina contro la violenza sulle donne.  “Proteggiti anche dalla violenza”, è lo slogan stampato sulle mascherine della campagna ideata dalla Cgil e dallo Spi Cgil di Prato, coordinamento donne, in occasione della giornata mondiale del 25 novembre contro la violenza sulle donne.  «La mascherina è essenziale per sconfiggere il virus – chiosa Grazia Maria Tempesti, segreteria Spi Cgil Prato –, per questo l’abbiamo scelta per dare voce a quella che è una piaga della nostra società». E così non potendo, causa epidemia, manifestare in luoghi pubblici, la Cgil e il suo sindacato pensionati hanno pensato di dare vita, via social e web, ad una campagna utilizzando il dispositivo assurto a oggetto globale di protezione, traslato simbolicamente contro l’aggressione verso le donne.

«Non possiamo – spiega la segretaria Cgil Manuela Marigolli – dare vita alle forme di mobilitazione degli altri anni, ma non vogliamo abbandonare assolutamente l’idea di vicinanza a tutte le donne che purtroppo subiscono situazioni di violenza».

La campagna della Cgil e dello Spi Cgil, coordinamento donne, si sviluppa fino alla fine del mese con vari momenti iconografici, non sono solo digitali: la locandina/manifesto in cui le donne della Cgil indossano la mascherina con lo slogan dell’iniziativa, lo striscione che compare sulla terrazza della Camera del Lavoro, un video.
La situazione, peraltro, con la pandemia si è aggravata: «Sappiamo per certo – afferma Francesca Ranaldi, responsabile del centro antiviolenza “la Nara” – che le situazioni stanno peggiorando. Ma quello che mi sento comunque di dire è di continuare a chiedere aiuto: gli strumenti ci sono, la legge lo permette, i centri antiviolenza lavorano. Dalla violenza bisogna uscire sempre». E tra gli strumenti, due numeri di telefono, ben stampati sulle mascherine e su tutti i materiali della campagna antiviolenza: 0574 34472 del centro antiviolenza “La Nara”, o il 1522 numero nazionale antiviolenza. E c’è anche lo Sportello donna Cgil di Prato (0574 459325, martedì 9-12, giovedì 15-18.30) che come spiega Nora Toccafondi, «è più attivo che mai», per offrire consulenze o per creare un contatto con il centro “La Nara”.

3 Commenti

  1. Vorrei acquistare le mascherine nere contro la violenza delle donne fatte dalle detenute grazie come posso acquistarle?

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*