10 Dicembre 2020

1982, Paolo Rossi torna a Prato da campione del mondo e si racconta. Le immagini del nostro archivio VIDEO


Dopo la storica vittoria in Spagna nel 1982 Paolo Rossi torna a Prato da campione del mondo. Quel ragazzo cresciuto nelle giovanili del Santa Lucia è diventato il capocannoniere del Mundial e quello stesso anno si aggiudicherà il Pallone d’oro come miglior calciatore europeo. Anche Prato gli riserverà un premio consegnato dalla Cassa di Risparmio e la Cap conierà delle speciali monete celebrative con l’effige di Naranjito, la mascotte del mondiale ’82 (allora il biglietto valido per una corsa sul bus era un gettone).

Le telecamere di Tv Prato sono presenti e testimoniano l’abbraccio di Rossi con la città. Sotto vi proponiamo la lunga intervista rilasciata da Pablito al giornalista Piero Ceccatelli. Si parla del suo rapporto con Prato, «dell’esser pratese ho preso una grande forza di volontà, di riuscire ad arrivare, di non stancarsi e di non mollare mai», e delle gioie per la vittoria mondiale.

 

Subscribe
Notificami
guest
3 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Isabella
Isabella
1 anno fa

Sono indignata per il vostro comportamento ….. ma le mascherine…… naturalmente le regole a gli altri!!!!!

dario
Editor
1 anno fa
Reply to  Isabella

Signora, se si riferisce alle immagini presenti nell’articolo, sono immagini del 1982.

pisolo
pisolo
1 anno fa

Si, non avevano la mascherina perché con 40 anni di anticipo avevano gia’ fatto il vaccino. Cosa vuol dire essere raccomandati eh!