Auguri alla città dal Palazzo delle Professioni: “Per il dopo Covid serve un patto di solidarietà per Prato”

Auguri alla città e ai pratesi con il desiderio, forte e motivato, di dare un contributo concreto di competenze per la ripartenza dopo il dramma del Covid. È il messaggio che arriva dal consiglio di amministrazione del Palazzo delle Professioni insieme ai circa 5 mila professionisti che fanno riferimento a otto tra Ordini e Collegi professionali.
Un messaggio messo a punto nel corso dell’ultima riunione dell’anno del cda presieduto da Filippo Ravone (Commercialisti) e composto dal vicepresidente Patrizio Puggelli (Ingegneri) e dai consiglieri Paola Aiazzi (Consulenti del lavoro), Marzia De Marzi (Architetti), Alfonso Fornasini (Periti industriali), Maurizio Piero Betti (Avvocati), Pietro Brandi (Farmacisti) e Alessandro Pieraccini (Geometri).

“Ci sentiamo vicini ai pratesi come non mai, abbiamo condiviso nei nostri studi professionali e con i nostri clienti i mesi drammatici dell’emergenza legata alla pandemia, sappiamo bene quanto la nostra comunità abbia sofferto e quanto siano grandi ancora le difficoltà – afferma il presidente Filippo Ravone con tutti i consiglieri – il nuovo anno, con l’avvio della campagna vaccinale apre la prospettiva di una ripartenza per il sistema economico che richiede il contributo di tutti e un supplemento di coraggio a chi ha responsabilità in tutti gli ambiti”.

“Noi vogliamo esserci, mettiamo a disposizione le nostre competenze e le nostre specializzazioni, la nostra conoscenza approfondita della realtà pratese – proseguono presidente e consiglieri – Vogliamo contribuire con le nostre risorse a un nuovo futuro per Prato. Siamo i consapevoli, però, che un tempo eccezionale come questo richiede la collaborazione di tutti, la capacità di lavorare tutti insieme, di dialogare, di costruire prospettive – concludono i componenti del cda – per mettere in campo un patto di solidarietà per Prato e per i pratesi”.
Il Palazzo delle Professioni ha appena festeggiato i dieci anni di vita e di attività. La scommessa pratese di trovare casa a Ordini e Collegi in un’unica prestigiosa sede, quella di Palazzo Vaj, nel cuore della città storica, rappresenta un’esperienza unica che fa da modello in Italia. Le celebrazioni per il decennale per ora sono state rinviate al 2021: appena possibile sarà organizzata un’iniziativa aperta alla città.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*