Cantagallo, niente luminari nel nome della solidarietà: 3.500 euro di buoni per chi è in difficoltà

Il Comune di Cantagallo conferma la sua scelta alternativa alle luminarie di Natale: sarà la solidarietà a illuminare le strade del paese valbisentino. “Anche per il 2020 proponiamo i nostri 3500 buoni motivi, il progetto di aiuto alle persone che si trovano in situazione di difficoltà, che va ad ag-giungersi ai 18 mila euro dei buoni alimentari statali in distribuzione in questi giorni”, spiega Roberto Ballo, assessore alle Politiche sociali. Le risorse risparmiate con la rinuncia alle luminarie natalizie andranno a sostenere le persone che si trovano situa-zioni di disagio le e famiglie che vivono un momento di difficoltà economica: verranno consegnati buoni per 3500 euro (lo scorso anno la cifra impegnata era di 2500).
“Il nostro è un gesto alternativo al consumismo e al clima di spreco che accompagnano questi giorni di festa, vogliamo proporre un momento di riflessione e di umanità nell’anno in cui c’è ancora più bisogno di speranza e solidarietà – sostiene la giunta di Cantagallo – questa iniziativa oggi ha ancora più valore: nei momenti più difficili è bello sentire che c’è una comunità attorno a te”.
I buoni potranno essere spesi nelle attività presenti a Cantagallo, in modo da creare un circolo virtuoso di economia circolare. Così si raggiunge un duplice obiettivo: si aiutano le famiglie e le persone e si supportano le attività economiche che quest’anno hanno sofferto tanto per la crisi legata alla pandemia.
“Così, chi di solito è costretto a rinunciarvi, avrà la possibilità di acquistare il pranzo da asporto al ristorante, una seduta dal dentista o dal parrucchiere, arti-coli di abbigliamento o di cartoleria – sottolinea l’assessore Ballo – La comunità di Cantagallo si stringerà in questo modo alle persone più sole e fragili, regalando loro l’occasione di un momento di cura e di benessere personale”.
“Celebreremo così il Natale, riscoprendo il vero significato della festa in un ab-braccio virtuale e spirituale che stringerà tutta la nostra comunità – mette in evi-denza il sindaco Bongiorno – È un piccolo segnale, che in questo momento ci sem-bra tanto importante.
Una volta definito l’elenco delle attività che aderiscono al progetto, nei prossimi giorni partirà la distribuzione dei buoni. Tutte le informazioni sul sito istituzionale del Comune di Cantagallo e all’ufficio dei servizi sociali.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*