Caso-Biella e futuro distretto, incontro parlamentari-sindaco-Confindustria: “La partita davvero importante è il Recovery Fund”

“La partita davvero importante, quella delle risorse del Recovery Fund, è ancora da giocare e su questa sono concentrate le attenzioni del distretto pratese”. Lo afferma, in una nota, Confindustria Toscana Nord, al termine dell’incontro (a distanza) tenutosi stamani tra il vicepresidente Francesco Marini, il presidente di Sistema moda Maurizio Sarti con i parlamentari pratesi – il senatore Patrizio La Pietra e i deputati Erica Mazzetti e Giorgio Silli – e con i rappresentanti dell’amministrazione comunale: il sindaco Matteo Biffoni e l’assessore allo Sviluppo economico Benedetta Squittieri.
L’incontro è stato fissato dopo le polemiche suscitate dall’emendamento alla manovra che ha previsto un finanziamento di 15 milioni di euro, in 3 anni, all’Unione industriale di Biella, senza provvedimenti similari per il distretto tessile di Prato.

Il clamore suscitato dalla misura – scrivono gli industriali pratesi “è ritenuto sproporzionato all’entità delle risorse (la cui effettiva fruizione dovrà peraltro essere soggetta a un ulteriore iter) ma comprensibile sul piano del metodo, dato che con questo emendamento si è riconosciuta la condizione critica non dell’intero settore come sarebbe stato giusto, ma solo di un distretto, oltretutto non del principale fra le aree tessili italiane”.

L’incontro di stamani ha costituito l’occasione per ripercorrere sia i provvedimenti già ottenuti dal distretto pratese sia gli obiettivi di maggior rilevanza legati alle risorse del Recovery Fund.

“Nei prossimi giorni – fanno sapere gli industriali – giungerà a conclusione la condivisione di un documento strategico comune per il distretto pratese fra Confindustria Toscana Nord, CNA Toscana Centro e Confartigianato Imprese; sarà inoltre data comunicazione di un documento realizzato di concerto fra Confindustria Toscana Nord e le omologhe associazioni confindustriali dei distretti di Biella e Como, già trasmesso a Sistema Moda Italia perché entri a far parte della piattaforma nazionale del settore”.

Il tavolo di lavoro di oggi ha valutato positivamente l’accoglimento, ieri alla Camera, dei due ordini del giorno che impegnano il governo ad intervenire in sostegno al distretto tessile di Prato (leggi l’articolo).
Nel corso dell’incontro si sono espressi anche il senatore La Pietra, che ha ribadito la sua aspirazione alla formalizzazione dello status di Prato come area distrettuale, e il sindaco Biffoni, che ha ricordato l’attenzione del governo su temi come gli energivori e i tre milioni ottenuti per la Casa delle tecnologie emergenti e quindi per il 5G.

Nella manovra 2021, peraltro, sono inclusi anche provvedimenti di interesse per Prato transitati dal sistema Confindustria anche su sollecitazione di Confindustria Toscana Nord: dalla stabilizzazione dei benefici fiscali per gli investimenti 4.0 all’innalzamento dell’aliquota di credito d’imposta per le spese di campionario.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*