Inaugurato il playground di via Giordano, 7.000 metri quadrati di verde e area fitness al Macrolotto Zero FOTO

Dopo l’apertura del playground di viale Montegrappa nell’ambito di Riversibility, è stato aperto oggi lo spazio playground tra via Giordano, via Colombo e via da Verrazzano, oltre 7mila metri quadrati di verde e attrezzature sportive in un’area densamente abitata: è il primo dei tre cantieri del Piano di Innovazione Urbana al Macrolotto Zero – insieme al mercato metrolitano e medialibrary – ad essere ultimato.

All’inaugurazione di stamani erano presenti il sindaco Matteo Biffoni, l’assessore all’Urbanistica Valerio Barberis, i progettisti Michela Brachi, Massimo Fabbri, Alessandro Pazzagli e Viola Valeri, insieme al direttore dei lavori Massimo Ceccarini e alla vicedirettrice Carlotta Sanesi e i rappresentanti delle ditte che hanno eseguito i lavori.

Le coloratissime resine smorzacaduta, il campo da calcio a 5, lo skatepark e la piazza per le manifestazioni pubbliche hanno preso il posto di un’area incolta: “Un risultato bellissimo, in cui abbiamo creduto fin da subito – afferma il sindaco Matteo Biffoni – Si tratta di un’area che ha pochi uguali in Italia e che cambia il volto della città rendendola più bella, moderna ed europea”.

“Grazie al PIU un deposito dismesso ai margini di un complesso industriale abbandonato è diventato un’area verde e fitness a disposizione di tutto il quartiere e non solo – aggiunge l’assessore Valerio Barberis – E’ praticamente terminato anche il mercato coperto, che è entrato a far parte anche di Prato Urban Jungle, sempre con l’obiettivo di riqualificare il Macrolotto 0, un’area che era interamente privata a ridosso del centro storico, dandogli nuove funzioni pubbliche che miglioreranno la vivibilità” .

Uno degli elementi di maggior richiamo estetico è rappresentato da un silos per la raccolta dell’acqua a servizio della ex rifinizione, che viene mantenuto a memoria dell’ ex area industriale e che è diventato un’installazione artistica. Anche l’area fitness è dominata da una grande scultura a forma di albero su cui poter fare esercizi e sollevamenti. Ogni attrezzo è dotato di un Qr-code con cui scaricare l’App sul proprio smartphone che spiega le modalità di allenamento da seguire.

L’investimento per l’opera è in tutto di 1.800.000 eueo, compresi gli espropri, cofinanziati dalla Regione Toscana e dal Comune di Prato.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*