Mascherine con marchi di lusso contraffatti: nove denunce. Perquisizioni anche a Prato

Anche la provincia di Prato è stata interessata dall’operazione anticontraffazione condotta dalla Guardia di Finanza di Chivasso che ha portato alla denuncia di nove persone, accusate di frode in commercio e vendita di prodotti industriali con marchi contraffatti. La fiamme gialle hanno scoperto un’organizzazione che realizzava e rivendeva prodotti con famosi marchi falsi. Tra questi Chanel, Gucci, Giorgio Armani, Louis Vuitton, Adidas, Burberry.

I finanzieri hanno individuato a Settimo Torinese e nel quartiere Barriera di Milano di Torino, due sartorie illegali e un negozio dove venivano confezionate e vendute mascherine di tessuto e articoli con marchi contraffatti. Sono 600.000 i marchi sequestrati, oltre a migliaia di metri di filato e a tre macchinari.

Le perquisizioni disposte dalla Procura in provincia di Prato, Vicenza, Viterbo, Napoli e Caserta, hanno poi ricostruito il collegamento con i fornitori dei tessuti e dei semilavorati, portando al sequestro di oltre un milione di marchi contraffatti a stampa diretta su tessuto, 350 mila mascherine non conformi ale vigenti prescrizioni, 180 mila filtri in Tnt e 25 macchinari industriali.

La commercializzazione dei prodotti avrebbe consentito di realizzare un volume d’affari superiore ai 3 milioni di euro.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*