Montemurlo, si accendono le luci della rinnovata piazza della Libertà

Sono state accese stasera, 23 dicembre, a poche ore dal Natale, le luci della rinnovata piazza della Libertà di Montemurlo, il primo tassello che giunge a conclusione del più ampio mosaico del nuovo centro cittadino del progetto Piu M+M. Un lavoro del valore di oltre 350 mila euro (compresa la sistemazione della viabilità intorno alla piazza) che dà una nuova veste alla pizza principale della città. È questo il regalo alla città con cui il sindaco Simone Calamai vuole chiudere un anno davvero difficile, segnato dal dolore, dalla malattia, dalla sofferenza economica di tante famiglie. Un’apertura che si è svolta senza i cittadini nel rispetto delle norme anti-assembramento, ma che è stata trasmessa in diretta sui social del Comune per far partecipare tutti seppur a distanza: «Apriamo la nuova piazza della Libertà in prossimità del Natale come segno di speranza e fiducia in un futuro migliore. – ha detto il sindaco Simone Calamai – L’auspicio è di tornare presto a vedere le persone in piazza, i bambini a giocare, le feste e le manifestazioni pubbliche. La piazza è per eccellenza il luogo della socialità. Per queste feste staremo distanti ma nella convinzione che tutto questo servirà per tornare ad abbracciarsi e a vivere insieme».

Una piazza con luci “emozionali” che, sottolineeranno con i giochi di colori vari appuntamenti e ricorrenze durante l’anno. Una piazza che tiene insieme passato e futuro: « Piazza della Libertà è sempre stato un luogo dedicato agli eventi, alla socialità. Auspichiamo che ritorni ad esserlo quanto prima e vogliamo pensare questa piazza anche come uno spazio per la cultura, un’estensione estiva della sala Banti. Il grande palcoscenico verso via Indipendenza infatti potrà ospitare spettacoli teatrali durante l’estate» continua il sindaco Calamai. Sulla piazza, nello spazio dell’ex Stella verde, divisa dallo spazio di fronte alla Sala Banti da un colonnato, sono state posizionate sei nuove panchine, ombreggiate da grandi alberi di ligustro, che non appena sarà possibile, potranno diventare luoghi di ritrovo e socializzazione. Le nuove sedute di forma circolare sono realizzate in conglomerato cementizio misto a pietre naturali. Il restyling della piazza ha visto anche la sistemazione del verde pubblico lungo la via Garibaldi. Sano stati piantati due filari di alberi, lecci sul lato più prossimo alla strada e aceri verso la piazza, una quinta verde per separare idealmente la piazza dalle vicine abitazioni. Anche lungo via Indipendenza sono stati messi a dimora peri da fiore che creeranno un “barriera verde” tra il palcoscenico, realizzato sulla piazza per ospitare concerti ed eventi, e la vicina strada. Riqualificazione anche per il colonnato presente sulla piazza, che dopo essere stato ripulito, è stato tinteggiato e rimesso a nuovo. Alla base del colonnato sono state posizionate delle fioriere nelle quali sono stati piantati rampicanti (gelsomini e glicine) che avranno lo scopo di creare una “cascata fiorita” tra le colonne della piazza. La vera chicca della piazza è però il nuovo impianto di illuminazione rgb, con lampade a led che, oltre al risparmio energetico, consentono in occasione di particolari eventi o ricorrenze, di illuminare la piazza con varie tonalità di colore e con suggestivi giochi di luce.

Gli altri step del nuovo centro cittadino– Piazza della Libertà rappresenta il passaggio del testimone verso il completamento del nuovo centro cittadino. I lavori ripartiranno il 7 gennaio 2021 dopo l’Epifania. Entro il primo mese dell’anno saranno completati i lavori sulla viabilità del centro (parcheggi di via Carducci, piazza donatori del sangue e rotatoria tra via Rosselli e via Carducci). Con l’anno nuovo partiranno anche i lavori nell’area dell’ex campo sportivo per la creazione del grande parco urbano. Presumibilmente nella primavera del 2021 sarà chiuso al traffico veicolare il tratto di via Montalese davanti al Municipio, porzione importante di quello che sarà il nuovo centro cittadino. Nel 2021 sarà poi realizzata la passerella pedonale sul torrente Agna di collegamento con Montale. Giungeranno a conclusione anche i lavori dell’asilo nido di Morecci e alla scuola di Novello, destinata a diventare centro polifunzionale.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*