Befana bianca in Valbisenzio, abbondante nevicata sopra quota 400 metri FOTO

E’ stata una bianca Befana in Valbisenzio, con la neve che è scesa copiosa sopra i 400 metri sul livello del mare. Schignano, nel comune di Vaiano e diverse località nei comuni di Vernio e Cantagallo, sono state ricoperte dalla neve.
I fiocchi hanno cominciato a cadere da ieri pomeriggio e la coltre bianca si è sedimentata nella notte nell’Alta Valle. Particolarmente imbiancate le località di Montepiano, Cavarza-no, il Passo della Torricella e Montecuccoli, Gavigno e Fossato. In alcuni punti il manto nevoso ha raggiunto i 15 centimetri. Nei territori di Vernio e Cantagallo sono stati imme-diatamente attivati i protocolli previsti per la neve con la mobilitazione degli spalaneve e – da questa sera- dei mezzi spargisale.

“Nel nostro territorio sono attivi tre mezzi spalaneve fin da ieri pomeriggio (martedì), gli operai del Comune hanno lavorato su tutta la viabilità principale e fortunatamente non si sono riscontrate particolari criticità”, mette in evidenza il sindaco di Vernio Giovanni Morganti che ha seguito l’evoluzione della situazione a Montepiano dove la nevicata è stata più intensa. Del resto sia il comune di Vernio che quello di Cantagallo – che appalta il servizio di spalatura a ditte esterne – hanno piani organizzati per fronteggiare l’arrivo della neve.
Stasera è prevista l’operazione di salatura per prevenire la formazione di ghiaccio. La polizia municipale dell’Unione dei Comuni ha diffuso con Telegram in avviso per invitare gli automobilisti all’estrema prudenza prudenza in particolare tra il tardo pomeriggio di oggi e la mattinata di domani. Viene inoltre ricordato a tutti che i mezzi di trasporto devono esse-re sempre dotate di catene a bordo o comunque munite delle dotazioni invernali.
Si sono verificati due guasti elettrici in località Fonte al Romito e all’Alpe di Cavarzano e il Comune ha supportato E-Distribuzione per affrontare la situazione di difficoltà nelle due località che sono popolate soltanto in estate. A Fonte al Romito, dopo la spalatura della strada, si è provveduto a installare un generatore, mentre all’Alpe di Cavarzano si conta di intervenire nelle prossime ore.
Le previsioni meteo annunciano per i prossimi giorni un ritorno alla normalità, la neve è di nuovo prevista – anche a bassa quota – per la prossima domenica.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*