Decreto Rilancio e decreti Ristori, a Prato erogati quasi 70 milioni di euro di contributi FOTO

Ammonta a quasi 70 milioni di euro il valore dei contributi, tra Decreto rilancio e interventi dei decreti Ristori, erogati per sostenere l’economia locale pratese a causa del blocco dell’emergenza Covid. Nello specifico si tratta di 13.123 accrediti effettuati a seguito del Decreto Rilancio per un totale di oltre 53 milioni di euro e di 4.130 accrediti, per complessivi 16 milioni di euro, frutto delle strategie messe in campo dai vari decreti Ristori.

Guardando alle altre province toscane, i flussi maggiori si sono concentrati su Firenze (con oltre 252 milioni di euro di risorse), seguita da Lucca (con oltre 89 milioni di euro di fondi) e Pisa, con oltre 87 milioni di euro. Tra i numeri più bassi della regione (dove, complessivamente, si è intervenuti con quasi 880 milioni di euro) troviamo Grosseto (quasi 58 milioni di euro) e Massa, con più di 41 milioni di euro di fondi ricevuti.

 

Intanto sono partiti nei giorni scorsi i bonifici automatici per i ristori del “Decreto Natale”, più di 628 milioni di euro che arriveranno sul conto corrente dei titolari di partita Iva, interessati dalle restrizioni dirette a contenere l’emergenza sanitaria da Covid durante le festività natalizie.

Con questo ultimo step, i contributi e i ristori che l’Agenzia delle Entrate ha complessivamente erogato dall’inizio della pandemia a livello nazionale superano quota 10 miliardi.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*