Focolaio covid alla Rsa Santa Caterina, il 90% degli ospiti è positivo: parla il responsabile della struttura VIDEO

92 ospiti positivi su 102, di cui 4 a bassa carica, e 24 operatori su 90: è la situazione in cui versa la RSA Pio Istituto Santa Caterina de’Ricci in via San Vincenzo, la prima casa di riposo a Prato a ricevere la prima dose di vaccino anti Covid. “Escludiamo che si tratti di un effetto del vaccino, sembra piuttosto una coincidenza – spiega il responsabile della struttura Vladimiro D’Agostino -, l’ipotesi più credibile è che la malattia fosse in incubazione quando abbiamo fatto il giro di tamponi prima della vaccinazione del 30 dicembre. Tamponi che erano risultati tutti negativi”. “Abbiamo ovviamente avviato un’indagine interna per capire come di fatto nel giro di una settimana l’intera struttura, covid free dall’inizio dell’emergenza, sia stata contagiata”, continua D’Agostino, che conclude: “Le regole non sono mai state cambiate da marzo; quello che fa impressione è la velocità di trasmissione del virus”. L’intera struttura di via San Vincenzo è ormai RSA Covid, visti i numeri. Nessuno né tra gli operatori né tra gli ospiti ha per ora avuto bisogno di ricovero ospedaliero: 8 anziani e 2 membri del personale hanno sintomi influenzali. La seconda dose di vaccino, in programma il 20 gennaio, sarà somministrata solo agli anziani che per allora si saranno negativizzati.

 

Ascolta l’intervista a Vladimiro D’Agostino:

 

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*