In fila al Giovannini nonostante la prenotazione: il malumore degli utenti. E da lunedì l’Asl potenzia gli sportelli per l’accettazione VIDEO e FOTO

Tutti in fila, anche fino ad un’ora, fra chi ha regolarmente preso l’appuntamento ma si ritrova nel caos dell’accettazione allo sportello, e chi invece si presenta senza prenotazione andando a mettere sotto stress tutto il sistema. E’ la situazione che si sta verificando a giorni alterni al centro Giovannini. Gli sportelli sono aperti per 12 ore al giorno fino alle sette di sera, ma è al mattino nella fascia fra le 9.30 e le 11 che si stanno registrando file e polemiche.

Tutto è cominciato a dicembre quando al Giovannini è stata portata anche l’attività amministrativa che prima veniva effettuata sul territorio. Una novità a cui sono stati riservati tre sportelli su sei, legati alle pratiche di anagrafe sanitaria come iscrizione al sistema sanitario nazionale, cambio del medico di base, esenzioni e domande di mantenimento dell’assistenza pediatrica. Attività che potrebbero essere svolte anche on line dal pc di casa, ma che molti preferiscono fare di persona. Tutto ciò ha avuto conseguenze sul rispetto degli orari di coloro che avevano regolarmente preso gli appuntamenti per i prelievi ematici e la consegna dei campioni. Con conseguenti proteste per l’attesa.

Per ovviare a questa situazione da lunedì prossimo, 25 gennaio, nella fascia dalle 10 a mezzogiorno saranno sospesi gli appuntamenti per le pratiche di anagrafe sanitaria, dedicando 5 sportelli alle prenotazioni dei prelievi e consegna campioni, e uno agli altri servizi del Giovannini. Gli appuntamenti amministrativi andranno poi avanti da mezzogiorno in poi. Ma comunque dall’Asl l’invito è quello di utilizzare il più possibile i servizi on line.

Lo stesso vale per quanto riguarda i prelievi ematici. Dall’Asl ricordano che ci sono 32 punti a cui rivolgersi su prenotazione in città, che consentono tempistiche molto più veloci rispetto all’accesso diretto al Giovannini.

Nel servizio le interviste agli utenti del Giovanni, e ai dirigenti dell’Asl e Società della Salute Sarti e Paganelli

Servizio fotografico a cura di Alessandro Fioretti

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*