Le parole dei bambini pratesi in 100 manifesti appesi per la città

Ripartire dalle riflessioni dei bambini di Prato verso una nuova primavera. è questo l’obiettivo dell’incursione artistica che la compagnia Teatro Metropopolare ha ideato e realizzato con il sostegno dell’assessorato alla Cultura del comune di Prato a pochi giorni dalla fine di questo anno.

Cento manifesti di varie dimensioni sono stati affissi nei giorni scorsi per le strade della città di Prato. Sopra ad ognuno, frasi e disegni frutto di laboratori svolti all’interno di alcune scuole primarie del territorio.

“Abbiamo guidato i ragazzi all’esplorazione dei propri sentimenti e delle proprie visioni legate a questo periodo e alla città che abitano, usando gli strumenti che continuano a vivere e resistere nel nostro Paese anche attraverso il nostro contributo: il teatro e l’arte. Il risultato sono stati tanti spunti su quanto (e su come) stiamo vivendo oggi e idee legate a nuove forme di relazione”. Così Livia Gionfrida.

La volontà della compagnia teatrale pratese è quella di far incontrare ai cittadini pratesi questi manifesti colorati e invitarli a riflettere (e a reagire) reinterpretando concetti come connessione, relazione, libertà, socialità e solidarietà. Il lavoro artistico di Metropopolare vuol essere uno stimolo per trasformare il vuoto e la paura della crisi sanitaria in un atto di speranza collettivo e individuale.

1 Commento

  1. Bellissimo progetto! Bravissimi bambini che con le loro frasi e i loro ‘segni’ ci regalano sempre pillole di saggezza.
    Dovremmo ascoltare di più la loro ‘purezza’ non ancora inquinata da schemi e stereotipi. Vorrei vederli tutti ma non abitando a Prato sarà difficile per me…Sarebbe bello farne un libro da poter sfogliare. Grazie!!

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*