Rilancio del distretto, industriali e artigiani insieme: “Ora tocca alla politica” VIDEO

tessile

CNA Toscana centro, Confartigianato Imprese Prato e Confindustria Toscana Nord insieme per il distretto industriale pratese: le tre associazioni hanno scelto di attivarsi unitariamente per ottenere da Governo e Regione risposte adeguate per il rilancio dell’economia locale, a partire dal settore trainante del tessile-abbigliamento.

Ascolta le parole del presidente dei Tessili di Confartigianato Moreno Vignolini:

 

 

Sul versante infrastrutturale, essenziale per Confindustria Toscana Nord una programmazione impiantistica per lo smaltimento dei rifiuti tessili che restituisca competitività alle imprese, come spiega il vicepresidente di Confindustria Toscana Nord Francesco Marini:

 

 

Gli industriali in particolare auspicano una rinnovata attenzione per l’intermodalità, e quindi per lo sviluppo dell’interporto”, per la realizzazione della metrotramvia di collegamento con Firenze e con il suo aeroporto, del quale Confindustria non ha mai fatto mistero di desiderarne lo sviluppo. C’è poi la questione della crescita dimensionale delle aziende, posta già sul tavolo da un imprenditore come Giovanni Santi e proprio su Tv Prato, e rilanciata con forza da Maurizio Sarti di Sistema Moda all’interno di Confindustria: “Il processo delle aggregazioni è l’unico modo per rendere le aziende più resistenti in questo momento”. Queste le proposte, “ora tocca alla politica”, dicono le tre associazioni di categoria, anche se dal presidente di Confartigianato Luca Giusti il concetto è espresso con più pessimismo: “Il distretto energivoro non si sa che fine abbia fatto, il sottopasso del Soccorso: quando sorgerà speriamo esistano ancora le imprese; di rifiuti – dice Giusti – siamo ancora a parlare. Noi ci siamo, ma purtroppo chi si è tirato indietro finora è chi deve realizzare i nostri progetti”, conclude il presidente di Confartigianato Imprese Prato.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*