“Suo nipote è in difficoltà”: 90enne truffata da malvivente beffardo che le lascia 2 confezioni di caffè

Una donna di 90 anni è stata raggirata e derubata ieri mattina nella propria casa di via Roma, al Soccorso. L’anziana è stata contattata telefonicamente da uno sconosciuto, il quale le ha detto che il nipote si trovava in difficoltà e aveva bisogno di denaro contante per far fronte ad una imprecisata situazione. Presa alla sprovvista, la donna ha acconsentito ad aiutare il nipote e poco dopo ha aperto la porta ad un uomo che si è presentato a ritirare il denaro. Il truffatore è riuscito a farsi consegnare 160 euro in contanti ed una collanina d’oro e ha dato in cambio, in segno di ringraziamento, un pacco, contenente due confezioni di caffè. Soltanto quando il malvivente si è allontanato, l’anziana ha chiamato la figlia, appurando che il nipote si trovava con lei e non aveva avuto nessun problema. A quel punto, accortasi di essere stata truffata, la novantenne ha richiesto l’intervento della polizia.

La Questura invita a porre particolare attenzione in situazioni simili e richiama la campagna informativa “Non siete soli #chiamatecisempre”, promossa dalla Polizia di Stato, finalizzata a sensibilizzare l’opinione pubblica, in particolare le fasce sociali più esposte al rischio di truffe “a domicilio”, a contattare tempestivamente il 112 o il 113, ogni qual volta presso le abitazioni si presentino soggetti che per particolare contesto e motivazioni addotte possano dare adito al sospetto di essere truffatori.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*