È morta suor Rosanna, anima e cuore della Casa di riposo Santa Maria della Pietà

La comunità di Santa Maria della Pietà piange la scomparsa di suor Rosanna Bachis. Aveva 82 anni e dal 1993, da quando la struttura è stata aperta, è stata impegnata nella casa di riposo parrocchiale. La religiosa è deceduta questa mattina alla Melagrana di Narnali, uno dei centri Covid allestiti dall’Asl sul territorio pratese. Suor Rosanna era risultata positiva al tampone effettuato lo scorso 4 febbraio e a causa dell’età e delle sue precarie condizioni di salute ne è stato deciso il ricovero. Ha sempre sofferto di asma bronchiale ed era reduce da una lunga e recente degenza ospedaliera a seguito di una crisi acuta. Questa mattina le consorelle della Congregazione delle Ancelle della Sacra Famiglia sono state informate del suo decesso a seguito di un improvviso peggioramento.

Al secolo Ada Bachis, suor Rosanna era originaria di Siliqua in provincia di Cagliari. Entrata giovanissima a far parte delle Ancelle della Sacra Famiglia, che in Sardegna hanno la loro casa madre, ha dedicato la sua vita all’assistenza degli altri. A Prato arriva nel 1993 quando la parrocchia di Santa Maria della Pietà decide di aprire una casa di riposo per anziani e di affidarla alla Congregazione di cui faceva parte suor Rosanna. Da allora, per 28 anni, la religiosa si è impegnata anima e corpo nella cura degli ospiti della rsa, non facendo mai mancare la sua amorevole presenza, in particolare, raccontano le consorelle suor Pasqua e suor Isa: “ha accompagnato fino all’ultimo istante di vita tantissimi anziani, non si è mai risparmiata ed era amata da tutti”.

In questo momento anche le due suore della comunità religiosa della casa Santa Maria della Pietà sono positive al Covid e si trovano in isolamento nelle loro stanze. Negli ultimi giorni si sono registrati alcuni casi di positività all’interno della struttura, i primi da inizio pandemia, ma sono stati prontamente individuati e trasferiti nelle “bolle Covid” dell’Asl. Attualmente non ci sono ospiti, né personale, malati di Covid all’interno della Rsa, gestita da circa un anno dalla Coop22 della Fondazione Opera Santa Rita. Per precauzione i dipendenti sono stati messi in quarantena e con grande dispiacere non potranno partecipare alle esequie di suor Rosanna, in programma martedì prossimo nella chiesa di Santa Maria della Pietà in orario da precisare. La parrocchia e l’Opera Santa Rita si dicono addolorati per la scomparsa di una donna che è stata per tutti un esempio di fede e di generosità.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*