Giornata mondiale del malato, le iniziative a Prato. Giovedì messa del vescovo Nerbini in ospedale

Prato celebra come ogni anno la Giornata mondiale del malato, che ricorre l’11 febbraio, anniversario dell’apparizione della Madonna a Bernadette nella grotta di Lourdes. In occasione di tale giornata, la XXIX, l’Ufficio diocesano per la pastorale della salute ha organizzato alcuni appuntamenti, tra incontri in presenza e online, che avranno come momento culminante la messa del vescovo Giovanni Nerbini nella cappella dell’Ospedale.

Una giornata che cade proprio nell’anno della pandemia, tempo che ha visto la Pastorale della Salute cambiare le proprie modalità di intervento, adeguandosi alle nuove disposizioni anticontagio, senza però far mai mancare la sua presenza sul territorio. I ministri della Pastorale della Salute della Diocesi di Prato in questo periodo hanno, infatti, spostato le loro attività dall’area ospedaliera direttamente sul territorio, nelle parrocchie e più in generale nei vicariati.

Ecco nel dettaglio il programma.

Giovedì 11 febbraio, giorno della ricorrenza, monsignor Giovanni Nerbini celebrerà la messa nella cappella dell’ospedale Santo Stefano alle ore 16. Considerata la situazione sanitaria contingente, la celebrazione sarà riservata ad un numero limitato di fedeli.

Sabato 13 febbraio alle 16 nei locali della chiesa di Capezzana don Carlo Bergamaschi, cappellano dell’ospedale, guiderà una riflessione spirituale per gli operatori di pastorale della salute.

In programma poi nei sette vicariati della Diocesi degli incontri di formazione e di dialogo aperti ai fedeli che abbiano la disponibilità ad avvicinare le persone sofferenti nelle proprie abitazioni, attività che sono ancora permesse adottando tutte le accortezze e le misure di sicurezza anticontagio.

Dal 4 febbraio hanno preso il via un ciclo di incontri di formazione online a cadenza mensile dal titolo «Ministri straordinari della comunione e pastorale della salute», rivolti ai Ministri straordinari della Comunione a cura degli Uffici liturgico e pastorale della salute della Cei.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*