Il Viola Park a Bagno a Ripoli sarà realizzato dall’impresa pratese Nigro & C. Costruzioni: l’investitura di Rocco Commisso VIDEO

Sarà un’azienda pratese, la Nigro & C. Costruzioni, a realizzare i lavori per la costruzione del Viola Park a Bagno a Ripoli, il centro sportivo della Fiorentina destinato a diventare tra i più grandi d’Italia. I contratti sono stati firmati nei giorni scorsi e ieri il titolare Giovanni Nigro era presente all’apertura del cantiere, dove il patron del club viola Rocco Commisso gli ha riservato un posto d’onore, chiamandolo sul palco per una foto di gruppo e ringraziandolo affettuosamente, ricordando le comuni origini calabresi delle rispettive famiglie.

“Abbiamo fatto il bando e dopo 3 mesi ho dato l’incarico dei lavori a un ragazzo di Prato, ma con origini calabresi, della Sila, si chiama Giovanni Nigro” ha detto Commisso, che in modo scherzoso si è poi raccomandato di concludere in tempi rapidi i lavori, secondo il suo motto oramai famoso fast, fast, fast.

Giovanni Nigro (nella foto sotto), 42 anni, nato a Crotone dove vive ancora la sua famiglia di origine, ha avviato a Prato la sua attività edile con un’impresa individuale nel 2001, poi divenuta società a responsabilità limitata nel 2006. La Nigro & C. Costruzioni impiega a oggi 60 dipendenti e risulta 127a in Italia nella classifica delle aziende edili italiane stilata dal Sole 24 Ore.

L’aggiudicazione dei lavori è salutata con soddisfazione da Confindustria Toscana Nord, di cui Nigro & C. Costruzioni è socia: “E’ un grande motivo di orgoglio per ANCE Toscana Nord che un’azienda socia sia risultata vincitrice della gara per la realizzazione del Viola Park. Lo dico non solo per le opportunità che con l’avvio di questo cantiere, uno dei più importanti della Toscana in questo momento, si apriranno anche per altre aziende del territorio; è anche un piacere e un onore che un collega a noi così vicino come Giovanni Nigro si sia affermato in una gara privata che vedeva la partecipazione di altre importanti aziende di profilo nazionale e internazionale”. Così Alessandro Cafissi, presidente di ANCE Toscana Nord, commenta la notizia dell’aggiudicazione dei lavori, per 50 milioni, del nuovo centro sportivo della Fiorentina a Bagno a Ripoli da parte dell’impresa edile pratese Nigro & C. Costruzioni. L’impresa è ben nota nel territorio anche per altri importanti lavori: ultima in ordine di tempo, la realizzazione in emergenza covid, in soli 40 giorni, delle due ali aggiuntive dell’ospedale di Prato.

“Ho molte persone da ringraziare per questo risultato – afferma Giovanni Nigro -. I miei collaboratori in primo luogo, specialmente il mio direttore tecnico Alberto Monaco, che mi ha fornito un supporto essenziale. Ma in questo momento mi sento di dover ringraziare con particolare calore il presidente Rocco Commisso, la sua famiglia, Joe Barone e la squadra della Fiorentina, inoltre anche lo studio Archea che ha coordinato tutta la progettazione e la gara di aggiudicazione. Era tutt’altro che scontato che un lavoro così rilevante venisse assegnato a un’azienda diversa dai grandi nomi dell’edilizia nazionale: ho capito che nelle valutazioni fatte hanno giocato, oltre alla qualità della nostra proposta, anche considerazioni legate a valori importanti che lo stesso presidente Commisso sente fortemente, come il legame con il territorio. Un legame che caratterizza anche la mia azienda: il cantiere, che si apre di fatto lunedì prossimo e avrà la durata di 18 mesi, arriverà a impiegare fino a 300 persone contemporaneamente e, anche se ci stiamo apprestando a fare nuove assunzioni, ci saranno opportunità anche per altre imprese di Prato e della Toscana. Il cantiere del resto verrà impostato in maniera modulare, suddividendolo in 7 diverse aree di lavoro che consentiranno avvicendamenti di imprese e lavoratori. Vorrei davvero che questo lavoro diventasse un’opportunità per l’edilizia del nostro territorio e per parte mia farò ogni sforzo perché così avvenga.”

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*