Perquisiscono la casa di una donna, ma le arrestano il figlio, giovane pusher

Perquisiscono la casa di una donna indagata per truffa, ma finiscono per arrestarle il figlio ventenne. E’ lo strano epilogo di un’operazione condotta ieri dai Carabinieri della stazione di Iolo. Durante le perquisizioni, il ragazzo sembrava il soggetto più preoccupato di tutti per quello che stava accadendo. Nel vederlo, i militari si sono ricordati di alcune descrizioni riguardo ad un giovane proprio di quell’età, segnalato in atteggiamenti equivoci in luoghi frequentati da spacciatori e consumatori di stupefacente ed hanno voluto vederci più chiaro. Hanno dunque proceduto con l’ispezione della camera del ventenne, nella quale sono state rinvenute 2 bustine contenenti hashish nonché, nascosti tra i vestiti, 450 euro in contanti e un panetto di 32 grammi sempre di hashish. Trovati anche una bilancina elettronica di precisione e 194 bustine per il confezionamento delle dosi. Non mancava nemmeno la contabilità di questo commercio; un dettagliato quaderno manoscritto contenente conteggi incolonnati sotto le scritte entrata, uscita, totale e rimanenza. Il ventenne, che ha numerosi precedenti giudiziari, è stato arrestato.

 

(Immagine in evidenza d’archivio)

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*