Riconosciuto dal Papa il miracolo avvenuto a Prato: Armida Barelli sarà beata

Papa Francesco ha promulgato il decreto sul miracolo attribuito all’intercessione di Armida Barelli e dunque la donna sarà Beata. Il miracolo è avvenuto a Prato 32 anni fa: una donna investita da un camion è guarita «in modo scientificamente inspiegabile».

 

Era il 5 maggio 1989, Alice Maggini, di 65 anni, fu investita da un camion mentre viaggiava in bicicletta riportando una forte commozione cerebrale. I medici avevano previsto gravi conseguenze di tipo neurologico. È stato allora che la famiglia della signora, impegnata nell’Azione Cattolica e devotissima di Armida Barelli, ha invocato l’intercessione della futura Beata: «in modo scientificamente inspiegabile, Alice Maggini si è ripresa completamente – spiega una nota del Comitato di beatificazione e canonizzazione, che ha accolto con grande gioia la notizia – e, senza aver riportato conseguenze, ha continuato la sua vita in totale autonomia fino alla morte avvenuta nel 2012».

 

Chi era Armida Barelli. Appartenente al Terz’Ordine secolare di San Francesco, cofondatrice dell’Istituto secolare delle Missionarie della Regalità di Nostro Signore Gesù Cristo, era nata il 1° dicembre 1882 a Milano ed è morta a Marzio il 15 agosto 1952. Il Comitato sopracitato riunisce tre delle realtà che la prossima beata ha contribuito a fondare «con la sua incessante attività di apostolato a favore della Chiesa e della società italiana»: l’Azione cattolica italiana, l’Istituto secolare delle Missionarie della Regalità di Cristo e l’Università Cattolica del Sacro Cuore.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*