Il Comune di Carmignano punta sui servizi on-line: da maggio scorso 4.463 appuntamenti prenotati, in arrivo un nuovo dipendente agli uffici demografici

Il Comune di Carmignano spinge sull’informatizzazione e sulla semplificazione dei servizi al cittadino. Negli scorsi mesi è stato rinnovato il settore Innovazione e servizi demografici, affidato Francesco Azzurri, ingegnere informatico. Una delle principali novità dell’ultimo anno ha riguardato l’introduzione degli appuntamenti prenotati online. Grazie ad una piattaforma open source, a costo zero, dal 30 aprile ad ora sono stati presi 4463 appuntamenti in comune, di cui 2276 per i soli servizi demografici.

Grande la richiesta per il rinnovo delle carte di identità elettroniche, per le quali l’attesa è di circa due settimane. Sono oltre 700 le carte di identità scadute sul territorio carmignanese, ma la validità di quelle scadute nel periodo di emergenza Covid, è stata prorogata in tutta Italia fino al prossimo 30 aprile. Dal 1 maggio 2021 entrerà in servizio una nuova dipendente comunale ai servizi demografici, in sostituzione di un pensionamento, che consentirà di raddoppiare gli appuntamenti.
Un’altra importante novità sul fronte dell’innovazione e della semplificazione nel contatto cittadini-pubblica amministrazione è stata la piattaforma delle segnalazioni che i carimignanesi, con pochi clic dal proprio cellulare, possono inviare all’ufficio lavori pubblici, alla polizia municipale e all’ENPA. Da settembre 2020 ad ora sono state inserite 291 segnalazioni.

Per quanto riguarda altri servizi demografici, sono stati aboliti i diritti di segretaria; ribassati e uniformati i costi della carta d’identità elettronica; abilitate le richieste di cambio di residenza via mail; distribuite le tessere elettorali con rilascio all’ingresso senza appuntamento, previa richiesta via email. Infine è stato creato un nuovo sistema di gestione dei registri di matrimonio completamente informatizzato progettato “in casa”. Un sistema che consente alle ville dove si celebrano le nozze con rito civile di poter verificare in tempo reale la disponibilità di date nell’agenda comunale dei registri di matrimonio.

Altre innovazioni hanno già riguardato: l’integrazione dello Spid nella certificazione on line; l’aggiornamento degli strumenti informatici in dotazione agli uffici comunali; la nuova connettività e telefonia VoIP approntata in tutti i plessi scolastici; l’installazione di 15 punti di accesso internet nelle scuole tramite fondi regionali e il progetto polveri sottili per il controllo della qualità dell’aria.

Nelle prossime settimane e nei prossimi mesi, il Comune di Carmignano conta di portare a compimento altri progetti: Sportello Unico Edilizia con presentazione on line e integrazione con PAGOPA e SPID; nuovo Portale dei pagamenti PAGOPA modello 1 e modello 3; Carmignano sarà presente sulla piattaforma IO con servizi di pagamento e notifiche; 12 nuovi Hot Spot del circuito federato WIFI ITALIA da dispiegare sul territorio (fra cui la biblioteca comunale, la piscina di Comeana, lo Spazio giovani); nuovo orario di apertura pomeridiana dello sportello Anagrafe (un giorno a settimana fino alle 18) per permetttere l’erogazione dei servizi ai minori senza assenze scolastiche; Carmignano RAO pubblico (Registration Authority Officer) per il radicamento sul territorio dell’identità digitale SPID; Progetto Comune digitale, con la presenza di facilitatori che forniranno supporto sul territorio nell’ambito del servizio civile digitale per costruire la cosiddetta cittadinanza digitale.

“Abbiamo voluto iniziare dal servizio clou per ciò che riguarda il rapporto tra l’amministrazione e i cittadini: l’anagrafe, lo stato civile, i servizi demografici”, afferma il sindaco Edoardo Prestanti. “Per iniziare su questo settore un percorso d’innovazione, per rendere servizi più trasparenti e vicini ai cittadini. Prima c’erano lunghe attese: con gli appuntamenti non c’è più spreco di tempo per i cittadini. E tutte le innovazioni che stiamo mettendo in atto sono volte proprio ad offrire servizi più celeri ed efficienti”.

“La nostra idea di innovazione e semplificazione per far diventare il nostro un comune “Smart” inizia da lontano, da quando è iniziato il nostro mandato”, dice Tamara Cecconi, assessore con delega ai servizi demografici e ad innovazione, agenda digitale e semplificazione. “Iniziamo dai servizi demografici questo cammino verso la semplificazione, con tante piccole cose che fanno la differenza. Fare una richiesta di residenza via email, ad esempio, è una grande semplificazione per il cittadino, così come gli appuntamenti: non devo prendere ferie al lavoro per passare mezza giornata in coda all’anagrafe, ma so che in quel giorno a quell’ora faccio tutto in venti minuti. Inoltre, finora abbiamo soddisfatto tutte le richieste di appuntamenti fuori orario per le situazioni di effettiva urgenza”.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*