Latitante in Venezuela da 22 anni sotto falso nome: arrestato a Isla Margarita un pratese condannato a 20 anni di reclusione

C’è anche un latitante pratese tra i due ricercati italiani arrestati nei giorni scorsi in Venezuela grazie alla collaborazione tra le autorità di polizia italiana e l’Interpol.
Nella giornata di ieri a Isla Margarita è stato arrestato dagli agenti di Interpol Caracas Roberto Vivaldi, destinatario di ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica di Prato in quanto condannato a 20 anni e 9 mesi di reclusione per reati contro il patrimonio, anche di tipo associativo, e reati concernenti la disciplina del fallimento.

Vivaldi era ricercato dal 1997 e viveva in Venezuela da 22 anni sotto falso nome. Attraverso l’analisi del web e dei profili social, gli investigatori dello Sco e della squadra mobile di Prato sono riusciti a risalire alla nuova identità di Vivaldi, che gestiva una piattaforma web per la compravendita di dischi dal Venezuela. L’uomo è poi stato localizzato grazie ad un agente dello Sco che, sotto copertura, è riuscito ad entrarci in confidenza e a fissare poi un incontro al quale si sono presentati gli uomini dell’Interpol.

E sempre a Isla Margarita è stato arrestato un altro latitante ricercato in campo internazionale in quanto destinatario di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip di Torino per traffico internazionale di sostanze stupefacenti. L’uomo faceva parte di un gruppo criminale composto da cittadini albanesi ed italiani, che importava e gestiva la distribuzione di ingenti quantitativi di cocaina e marijuana destinati alle piazze del capo-luogo torinese. La cocaina veniva disciolta e conservata all’interno di bottiglie di Rum importate dal Venezuela in Italia.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*