Amministrative Carmignano, Silli al centrodestra: “Puntiamo sul candidato civico, partiti facciano un passo indietro” VIDEO

“Dobbiamo tutti rinunciare ad un pezzo della nostra «sovranità» e ai personalismi, anche, e trovare una sintesi”. Il deputato pratese e capogruppo alla Camera di Cambiamo! Giorgio Silli invita i partiti di centrodestra a fare tutti un passo indietro per stringersi intorno ad un candidato “meno schierato” (tradotto: un civico) e conquistare Carmignano, unico comune della provincia di Prato a rinnovare sindaco e giunta nel 2021. In casa centrodestra per ora proliferano tanti nomi: dal medico di famiglia, già consigliere comunale, Roberto Rempi, nome assai gradito a Forza Italia, all’avvocato Davide Melone portato avanti dalla Lega. E poi c’è Belinda Guazzini: ex presidente del consiglio comunale, nel 2019 è uscita dalla maggioranza per fare la consigliera indipendente. Vicina a Italia Viva, non ne ha mai preso la tessera; per ora a chi glielo chiede nega che scenderà in campo, ma di fatto ha già cominciato ad incontrare i rappresentanti dei vari partiti. Anche e soprattutto quelli di centrodestra, come conferma Silli nell’intervista, in un’ipotesi di candidatura civica che potrebbe riunire centro e centrodestra. E’ proprio Silli a dire di Guazzini: “Ha palle e polvere per candidarsi a sindaco”.

 

 

Silli interviene anche in merito alla vicenda del “licenziamento” di Francesco Paoletti da parte del sindaco Prestanti. Il deputato che alle politiche del 2018 nel comune di Carmignano staccò di 464 voti il competitor Benedetto Della Vedova afferma: “A sei mesi dalle elezioni, per il centrosinistra non promette niente di buono”.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*