Bisca clandestina nei locali di un’associazione culturale: 12 denunciati

La guardia di finanza ha scoperto una bisca clandestina all’interno di un’associazione ricreativa culturale al Macrolotto, gestita da un cittadino di origine cinese. Davanti al locale da giorni si assisteva, nelle ore serali, ad un insolito e continuo viavai di auto di grossa cilindrata.
Dopo vari appostamenti i finanzieri – approfittando dell’apertura occasionale della porta d’ingresso da parte di un avventore – sono riusciti ad entrare nell’edificio, protetto da telecamere di sicurezza.
In alcune stanze adibite ed allestite appositamente, dodici cittadini di etnia cinese erano intenti al gioco tradizionale cinese del mahjong ed al poker. Gli avventori – alla vista dei finanzieri – hanno cercato goffamente di occultare le banconote ed i pezzi da gioco sotto i divani, nelle buche dei tavoli da biliardo, dietro le tende e nei cestini della spazzatura.
Le fiamme gialle hanno recuperato le somme occultate, ammontanti a circa 27.000 euro in contanti, sottoposte a sequestro insieme a 5 tavoli, alle carte da gioco e a 588 tessere del mahjong.
I dodici cittadini di origine cinese sono stati denunciati, a vario titolo, per gioco d’azzardo e multati per l’inosservanza delle norme anti-Covid.
Il circolo è stato segnalato alla prefettura per l’eventuale disposizione della chiusura del locale per un minino di 5 giorni.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*