Montemurlo, un documentario dedicato al cittadino onorario Marcello Martini ex deportato

La giunta del Comune di Montemurlo ha concesso il patrocinio all’associazione “La Memoria Viva” per la realizzazione di un documentario in memoria di Marcello Martini, il più giovane tra i deportati politici italiani, sopravvissuto a Mauthausen, arrestato a Montemurlo nel giugno del 1944, quando aveva solo 14 anni e deceduto il 14 agosto 2019 a Castellamonte (Torino). Il documentario commemorativo dal titolo: “Da adolescente a stuck76430” è realizzato dal Club Turati del Canavese e sarà proiettato in diretta streaming il prossimo 5 maggio alle 15 sui siti social delle associazioni e sarà messo gratuitamente a disposizione di istituti scolastici ed enti che ne facciano richiesta. Nel 2015 il Comune di Montemurlo aveva conferito a Marcello Martini la cittadinanza onoraria per il suo impegno nella trasmissione della memoria soprattutto alle giovani generazioni. Lo scorso anno il Comune ha apposto una targa della memoria nei pressi dell’abitazione, in località Il Mulino, dove nel giugno del 1944 Marcello Martini fu arrestato per ritorsione verso l’attività del padre impegnato nel Comitato toscano di Liberazione. Dopo l’arresto, Marcello è detenuto dapprima a Villa Triste e al carcere delle Murate di Firenze, poi è trasferito al campo di transito di Fossoli e quindi deportato in treno con i “carri bestiame sigillati” al lager nazista di Mauthausen, dove rimane fino al 5 maggio del 1945, quando il campo è liberato dagli americani.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*