Al via da lunedì prossimo gli interventi di ristrutturazione del Ponte al Mulino

Prenderanno il via lunedì 10 maggio, e dureranno circa 4 mesi, i lavori di consolidamento e ristrutturazione del Ponte al Mulino sulla SP8 a Poggio a Caiano. L’intervento prevede investimenti complessivi per 550mila euro, finanziati in parte dal Ministero dei Trasporti e in parte dalla Provincia di Prato. I lavori si articoleranno in tre fasi: prima gli interventi sull’intradosso, poi quelli sulla struttura del ponte e infine quelli di finitura.
“È un intervento che la Provincia di Prato ha avviato nell’ambito di un più generale lavoro di attenzione e di cura che l’ufficio tecnico sta facendo sui ponti che si trovano sulle strade provinciali – sottolinea il presidente Francesco Puggelli – Riguardo al cantiere, per ridurre al minimo i disagi che comunque un intervento così delicato porta con se, abbiamo definito con molta attenzione le tempistiche fin dalla fase di appalto, così come abbiamo chiesto all’azienda che si è aggiudicata la gara di estendere i lavori anche al fine settimana compatibilmente con i tempi di posa dei materiali. L’obiettivo – continua Puggelli – è quello di sfruttare a pieno la stagione estiva che permetterà di svolgere i lavori nell’alveo del fiume e che consentirà al cantiere di operare in un momento come quello di agosto in cui il traffico è ridotto”.
Nella prima fase, che durerà circa due mesi, il cantiere occuperà una corsia di marcia del ponte, pertanto il transito sarà consentito solo a senso unico nella direzione da Prato a Poggio. Questo assetto consentirà di installare una fila di parcheggi a raso in via Pratese, lungo le Scuderie Medicee, e una fila sul lato sinistro di via Vittorio Emanuele II che, in questa fase, adotterà il senso unico in uscita da Poggio verso Firenze.
Nella fase 2 dei lavori, che dovrebbe coprire il periodo da fine luglio a fine agosto, il ponte sarà completamente chiuso per consentire gli interventi strutturali . A questo punto sarà ripristinata la viabilità ordinaria lungo via Vittorio Emanuele II mentre l’accesso e l’uscita saranno possibili  tramite la bretella di Sant’Angelo.
La terza fase, che interesserà il mese di settembre, vedrà il ritorno all’assetto della fase 1, così da permettere i lavori di rifinitura.
I livelli di intervento progettuale saranno principalmente due: uno strutturale e l’altro stradale. Il primo interesserà il potenziamento sia degli appoggi che delle travi. Inoltre gli sbalzi che sostengono i marciapiedi saranno rinforzati con delle travi in acciaio.
L’intervento stradale, invece, riguarderà principalmente l’allargamento dei marciapiedi laterali, la sostituzione dei parapetti e l’installazione delle barriere metalliche di sicurezza per i pedoni. E’ prevista infine l’impermeabilizzazione dell’impalcato dell’opera d’arte e il completo rifacimento del manto stradale.
“In merito alla nuova viabilità che accompagnerà questo cantiere – conclude Puggelli – non solo si eviteranno le cose legate a sensi unici alternati e movieri, ma il centro di Poggio avrà il vantaggio di aumentare i posti per tutto il periodo estivo proprio lungo via Vittorio Emanuele II e Via Pratese. Cosa che speriamo possa essere di aiuto per il commercio locale in una fase di ripartenza così delicata”.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*