Scuola elementare Le Fonti: rientra il bambino ancora positivo dopo 21 giorni di quarantena, ma fioccano le assenze dei compagni

E’ rientrato ieri in classe, sollecitato dal preside che aveva negato la prosecuzione della didattica a distanza, il bambino delle elementari “Le Fonti” il quale nei giorni scorsi – dopo 21 giorni dal primo tampone – ha ricevuto dalla Asl il certificato di fine quarantena nonostante fosse risultato positivo anche all’ultimo tampone effettuato.
È rientrato ieri in classe, ma ha trovato soltanto altri 3 compagni, perchè i genitori degli altri bambini hanno preferito non mandare i loro figli a scuola, preoccupati per un possibile contagio. Una posizione che non ha sorpreso la famiglia alle prese con il Covid: “Per tutelare maggiormente gli altri bambini – dice la mamma dell’alunno rientrato ieri dopo un giorno di assenza – avrei preferito non rimandare mio figlio a scuola e fargli continuare la didattica a distanza, ma il preside ha ribadito che le regole e le circolari in vigore dicono cose diverse, anche se in altri istituti pratesi, in casi analoghi, è stata concessa la dad e si sono ringraziati i genitori dei bambini che hanno avuto l’accortezza di non rimandare i figli a scuola fino a tampone negativo”.

“La Dad non è un servizio a richiesta dei genitori – ribatte il dirigente scolastico delle Convenevole Marco Fedi – ma una modalità dell’offerta formativa che può essere istituita solo in casi ben precisi: quarantena, isolamento, alunni fragili, oppure quando un territorio rientra in zona rossa. Altra circostanza, che ho spiegato ai genitori – aggiunge il preside – è che il bambino ha un regolare certificato della Asl per rientrare a scuola e che dunque, dopo 21 giorni di quarantena e senza sintomi, non è più contagioso, nonostante possa risultare ancora positivo. Abbiamo avuto altri casi di questo tipo, anche nelle scuole pratesi: i bambini sono stati riammessi e non si è verificato nessun focolaio. Ho preso contatti con le famiglie di questa classe e ho spiegato loro che non c’è nessun pericolo”.
Stamani alcuni genitori hanno riportato i figli a scuola e in classe, assieme al bambino che ha finito la quarantena, c’erano una dozzina di alunni, mentre altrettanti erano assenti. Proprio oggi è previsto un nuovo giro di tamponi nella famiglia alle prese con il Covid. L’auspicio è che arrivi la tanto sospirata negatività e che tutti i bambini rientrino in classe nella massima serenità.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*