4 Gennaio 2022

Prende a calci i poliziotti e rompe un computer della Questura: arrestato

Un trentanovenne è stato fermato in piazza Mercatale per ubriachezza molesta, ma davanti agli agenti ha assunto una condotta aggressiva


Prima ha preso a calci i poliziotti, poi, una volta condotto in questura, ha dato in escandescenze danneggiando uno dei computer dell’ufficio di polizia: un 39enne è stato arrestato per i reati di rifiuto a fornire indicazioni sulla propria identità personale, danneggiamento dei beni dello Stato e resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. L’uomo era stato segnalato, verso la mezzanotte di ieri sera in piazza Mercatale, perché in evidente stato di ubriachezza disturbava gli avventori di alcuni locali della zona. Gli agenti, una volta sul posto, hanno proceduto con l’identificazione, ma il trentanovenne – di nazionalità tunisina e domiciliato a Prato – si è rifiutato di fornire le proprie generalità assumendo da subito una condotta aggressiva. I poliziotti lo hanno quindi bloccato e condotto in questura, dove appunto l’uomo si è reso protagonista del danneggiamento del pc. Uno degli operatori è stato successivamente costretto a ricorrere alle cure sanitarie per alcune contusioni subite durante l’intervento e giudicate guaribili in cinque giorni.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments