30 Agosto 2022

Il Capitano Biagio Oddo lascia Prato dopo 6 anni di servizio

Le sue indagini hanno portato all'arresto degli autori di 4 omicidi avvenuti a Prato e provincia


Ultimo giorno a Prato del Capitano Biagio Oddo che oggi lascia il Comando del Nucleo Operativo Radiomobile di Prato e da settembre andrà ad assumere quello della Compagnia Carabinieri di Castelnuovo di Garfagnana; una permanenza a Prato di sei anni, di cui tre presso il Nucleo Investigativo.

Anni di intensa e fruttuosa attività che lo hanno visto impegnato, sempre in prima persona e a stretto gomito con i colleghi, nella soluzione di numerose e importanti inchieste su eventi delittuosi che in questo periodo hanno turbato la collettività pratese, culminate sempre con la consegna alla giustizia dei responsabili. Basta ricordarne alcune: le indagini che hanno consentito l’identificazione e l’arresto degli autori degli omicidi di Leonardo Lo Cascio, poi di  Mirco Congera, del cittadino cinese Yan Zongwei (avvenuto quale tragico epilogo del suo sequestro a scopo di estorsione), nonché nel rilevante apporto alle attività, che hanno portato all’identificazione e all’arresto degli autori dell’omicidio di Gianni Avvisato, a Carmignano.

Biagio Oddo ha seguito inoltre inchieste su altri episodi di tentato omicidio; sullo sfruttamento della prostituzione, con il recente arresto dei responsabili; sul racket delle estorsioni di matrice calabrese, anche qui concluse con l’arresto degli estorsori; sulla guerra tra bande per il controllo dei trasporti del filato in nord Europa (si ricorderanno i pestaggi di autisti e gli incendi di camion avvenuti al Macrolotto), queste condotte in collaborazione con la Polizia Olandese che hanno permesso l’identificazione sia degli autori che dei mandanti provenienti dai Paesi Bassi, uno di essi arrestato in Olanda per tentato omicidio. Molteplici sono state poi le investigazioni sul fronte del reati predatori quali rapine e furti, con i relativi responsabili identificati e consegnati alla giustizia; numerose anche le attività che hanno consentito arresti  e sequestri per spaccio di stupefacenti.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments