12 Giugno 2024

Il Comune stampa 5000 depliant per valorizzare le bellezze e la storia di Poggio a Caiano

Saranno disponibili presso le scuderie medicee, al punto informazioni della Pro Loco e alla villa medicea.


Sono stati stampati dal Comune cinquemila depliant che pubblicizzano le bellezze del territorio di Poggio a Caiano.
I depliant saranno disponibili presso le scuderie medicee, al punto informazioni della Pro Loco e alla villa medicea dove potranno essere ritirati gratuitamente.

Sono in due lingue, italiano e inglese, e raccontano quanto di bello c’è da vedere a Poggio a Caiano.
Si parte dalla villa medicea patrimonio Unesco, per poi soffermarsi sul museo Soffici e del ‘900 italiano, le scuderie medicee fino al parco del Bargo e il ponte Manetti.
E poi i personaggi più importanti come Lorenzo il Magnifico, Bianca Cappello, Elisa Baciocchi, Filippo Mazzei e Ardengo Soffici. E ancora il Pontormo, Andrea del Sarto, Giuliano da Sangallo: alcuni degli artisti che hanno reso la villa medicea il monumentale capolavoro che possiamo ammirare oggi.

Ecco dunque il progetto “Dai Medici al Novecento” che nasce con un depliant, distribuito in 5000 copie, in italiano e in inglese, che traccia un percorso che unisce la villa Medicea e il museo della natura morta alle scuderie medicee, sede del museo Soffici e del ‘900 italiano, allargandosi all’intero territorio, alla scoperta delle tracce lasciate negli edifici e nelle aree naturalistiche dal passaggio di artisti e personaggi storici.
La sezione del sito internet del Comune “Scopri la città” verrà quindi aggiornata, nelle prossime settimane, con ulteriori testi e informazioni turistiche, ad integrazione del depliant.
E una seconda edizione del depliant sarà rivista, aggiornata e distribuita con l’arrivo, nella villa medicea, della ‘Visitazione’ del Pontormo.
“L’obiettivo – dice l’assessore comunale al turismo Piero Baroncelli – è quello di valorizzare nel suo insieme il patrimonio artistico, culturale e paesaggistico di un piccolo paese di appena 6 chilometri quadrati come Poggio a Caiano ma con una grande storia”.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments