Ketamina e cocaina
sequestrate da polizia

Un servizio a largo raggio condotto dalle volanti della polizia, accompagnate da tre equipaggi del reparto prevenzione crimine, hanno permesso di arrestare un giovane cinese trovato in possesso di 3,76 grammi di ketamina. L’arresto non è tuttavia dovuto alla quantità di stupefacente, del quale l’orientale (24 anni) ha detto d’essere abituale consumatore, quanto al mancato rispetto di un ordine d’espulsione a suo carico. Il giovane cinese era stato fermato in via Giordano, a bordo di un’autovettura sulla quale si trovava insieme a due connazionali che, tra l’altro, lo hanno aiutato a comprendere che cosa volesse la polizia.

Durante lo stesso ampio servizio, un equipaggio è stato attirato da una vettura in sosta in via Carlo Marx. A bordo, c’era un cittadino italiano di 39 anni, identificato, che, vista l’agitazione, ha insospettito ulteriormente gli agenti. I poliziotti hanno aspettato, pensando fosse ormai imminente un acquisto di stupefacenti, e di lì a poco si sono presentati due nordafricani che hanno preso contatti con l’italiano. Quest’ultimo è stato invitato in questura, mentre i due nordafricani sono stati seguiti fino a casa, poco distante, e visti riuscire poco dopo. All’uscita di casa, i due sono stati bloccati e controllati ed è valso a poco, a uno di loro, il tentativo di disfarsi di una bustina di cellophane. Una volta generalizzati i due come un sedicenne e un diciassettenne, per altro regolari in Italia, gli agenti hanno perquisito l’abitazione dove uno dei due vive con i genitori. Al suo interno sono stati trovati 2 bilancine elettroniche, 4 telefoni cellulari, diversi frammenti in cellophane tipici per il confezionamento di stupefacente, 1 involucro contenente 4 grammi e mezzo di cocaina. I due, sono stati accompagnati in questura, denunciati e affidati al padre e allo zio.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*