A Prato arriva l’OCC per aiutare famiglie e imprese alle prese con i debiti

Uno strumento a disposizione di chi si trova in difficoltà economiche e che, per cause indipendenti dalla propria volontà, non riesce a onorare i propri debiti. E’ l’Organismo di composizione della crisi (OCC) che consente, una sola volta, di mettere a punto un piano che prevede la cancellazione di parte dei debiti con l’impegno di pagare la parte restante e l’assicurazione di avere comunque un’entrata che consenta una vita dignitosa. Sul nostro territorio è stato istituito nei mesi scorsi OCC Terre di Prato e vanta il primato di essere l’unico servizio al centro nord Italia che fa capo a enti locali. Aattualmente è composto dai Comuni di Carmignano, Vernio, Vaiano, Cantagallo (a cui si aggiungeranno Montemurlo e Poggio a Caiano).

Di OCC si è parlato ieri nel convegno L’organismo di composizione della crisi e le funzioni sociali che rappresenta, una rete a servizio dei cittadini e delle imprese promosso a Palazzo Buonamici da Università di Firenze e Unione Giovani Dottori Commercialisti. Convegno che ha visto la partecipazione anche del sottosegretario alla Giustizia Cosimo Maria Ferri. Ad aprire il convegno, coordinato da Maria Lucetta Russotto, l’assessore comunale Simone Mangani e Fabrizio Buricchi di La Giustizia per i Cittadini Terre di Prato. Presenti anche i sindaci di Carmignano Edoardo Prestanti, Vernio Giovanni Morganti, Vaiano Primo Bosi e Montemurlo Mauro Lorenzini.

Il servizio offerto costruisce un ponte fra le famiglie, gli imprenditori, i commercianti, i cittadini in difficoltà e il Tribunale. In pratica consente di intervenire per dare opportunità a chi si trova in stato di difficoltà e sovra-indebitamento. Istituito con la Legge 3 del 2012 (legge sulla lotta all’usura – Ogni cittadino, anche se gravato da debiti e interessi, deve continuare a mantenere un tenore di vita dignitoso) il servizio si occupa anche delle imprese e degli enti senza scopo di lucro, ai quali consente di conservare per quanto è possibile la capacità di fare progetti e costruire il futuro in maniera dignitosa.

All’OCC Terre di Prato si può rivolgere chi abita nella provincia di Prato e nel comune di Calenzano, ovvero nel territorio della circoscrizione del Tribunale di Prato contattando i Comuni di Carmignano, Vernio, Vaiano e Cantagallo. I cittadini potranno rivolgersi ai Comuni per rappresentare i loro problemi, come l’incapacità di estinguere un mutuo o far fronte a una rateizzazione. Il passaggio successivo sarà a cura dell’organismo che valuterà le istanze e il possibile nuovo assetto del debito.

“Con l’OCC si dà una risposta alla ripresa dalla crisi, consentendo ai soggetti coinvolti di venirne fuori e di trovare una soluzione ai problemi economici – ha detto Ferri – Ovviamente i cittadini o le imprese che potranno usufruirne quelle che offrono garanzie di serietà e impegno.”
A conclusione del convegno è intervenuto il consigliere regionale Nicola Ciolini che ha sottolineato “come l’organismo istituito offra una risposta concreta a un bisogno avvertito considerate la congiuntura economica e la crisi che tante famiglie si trovano ad affrontare. Si tratta di uno strumento che mette in moto professionalità per la gestione del sovra-indebitamento ma anche per l’insolvenza”, ha concluso.
E a proposito di professionalità coinvolte anche l’ordine dei commercialisti e quello degli avvocato daranno vita a uno sportello analogo. I presidenti dei rispettivi ordini, Paolo Biancalani e Lamberto Galletti, hanno sottolineato la loro “reciproca collaborazione allo sviluppo dell’organismo, uno strumento concreto che offre una chance per chi vive l’incubo di una situazione debitoria”.

Nel corso del convegno, al quale hanno partecipato anche Vito Cozzoli, relatore della Legge 3/2012, Salvatore Alessandro de La tutela degli Onesti, Comune di Acireale, Marisa Acagnino, presidente della VI Sezione del Tribunale di Catania, e i giudici del Tribunale di Prato Raffaella Brogi, Maria Iannone e Maria Novella Legnaioli, è stato presentato anche il corso di perfezionamento post lauream dell’Università di Firenze in Diritto della gestione e risoluzione delle crisi d’impresa e del debitore con gli interventi del coordinatore scientifico Elena Gori, di quello per la formazione professionale Maria Lucetta Russotto, del presidenti dell’Unione Giovani Dottori Commercialisti Tommaso Lori.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*