Raffica di controlli in centro e all’ex Ippodromo: arrestato ventenne con quasi mezzo chilo di droga. I carabinieri chiedono la sospensione dell’attività per il Bar Martino FOTO E VIDEO

Controlli a tappeto ieri sera da parte dei carabinieri in centro storico e nell’area dell’ex Ippodromo in via Roma. Nel corso delle ispezioni, che hanno visto l’impiego di venti militari dell’Arma, comprese la Compagnia di Intervento Operativo di Firenze e l’unità cinofila con il cane Batman, sono state identificate una sessantina di persone di cui oltre la metà pregiudicate per reati contro il patrimonio e legati alla droga. In particolare, un ventenne di nazionalità albanese, residente ad Agliana, è stato tratto in arresto perché trovato in possesso di 481 grammi di hashish. Il giovane è stato sorpreso dai carabinieri, intorno alle 23, durante un controllo al Bar Caffè Martino in via Roma. Alla vista dei militari l’uomo ha iniziato a spintonare gli altri avventori del bar, tentando di fuggire dalla porta secondaria, ma è stato bloccato da una pattuglia dopo un breve inseguimento. Durante la fuga, l’uomo ha lasciato cadere due panetti di hashish, altri due sono stati rinvenuti nella tasca dei pantaloncini. Il ventenne, pregiudicato, è stato arrestato per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.
I carabinieri hanno avanzato alla Questura la proposta di sospensione della licenza del Bar Martino (ai sensi dell’art. 100 del T.U.L.P.S.), spesso segnalato anche dai residenti per la presenza in zona di soggetti dediti allo spaccio. Nel febbraio scorso, il locale era già stato chiuso per 5 giorni per frequentazioni “pericolose” e frequenti risse.
Nel corso dei controlli di ieri sera i carabinieri hanno rinvenuto e sequestrato complessivamente 564 grammi di hashish, 6 grammi di marijuana e due di cocaina. Di questi, 65 grammi di hashish sono stati trovati dal cane Batman suddivisi in frammenti ed occultati nella vegetazione e nel terreno all’interno del parco dell’Ex Ippodromo, in Piazza Europa, Piazza Mercatale e davanti alla Stazione Centrale.
I militari dell’Arma hanno anche arrestato un italiano quarantenne, già sottoposto ai domiciliari per reati contro il patrimonio (furti in abitazione e su autovettura), che avendo violato più volte la misura cui era sottoposto è stato destinatario di un provvedimento di aggravamento, localizzato e condotto al carcere di Prato.
Le attività di ieri si inseriscono nel contesto delle attività preventive pianificate dai Carabinieri del Comando Provinciale di Prato nei mesi di luglio ed agosto, finalizzate a garantire ai cittadini che restano in città, presenza e controllo del territorio in particolare nelle aree che, per diverse ragioni, destano maggiore preoccupazione e insicurezza. I controlli, anche con il prezioso aiuto dell’unità cinofila, continueranno anche nelle prossime settimane.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*