Botte alla fidanzatina e all’amica: 18enne che seminava il panico in centro verso il rimpatrio

Sarà accompagnato al Centro di permanenza e rimpatrio di Bari il 18enne che stanotte ha rimediato l’ennesima denuncia, stavolta per i reati di percosse e resistenza a pubblico ufficiale. Si tratta di un cittadino marocchino, irregolare, già noto alle forze dell’ordine per reati di spaccio, contro la persona e il patrimonio, più volte balzato alle cronache cittadine per aver dato in escandescenza in strada scagliandosi contro gli agenti e creando il panico tra i passanti.
Ieri sera la goccia che ha fatto traboccare il vaso. Alle 21,15 una volante è intervenuta in viale Vittorio Veneto dove era stata segnalata la presenza di un giovane che stava dando in escandescenza. Il 18enne si trovava in compagnia della sua fidanzata, una pratese di 17 anni. I poliziotti hanno tentato di bloccarlo ma è riuscito a divincolarsi e a fuggire, facendo perdere le tracce. Quattro ore più tardi, polizia e carabinieri sono dovuti intervenire nuovamente, stavolta in via dell’Accamedia, dove lo stesso 18enne aveva percosso la fidanzata e una sua amica in seguito ad un diverbio scoppiato per motivi imprecisati. Il giovane è stato bloccato e condotto in Questura, dove oltre alla denuncia sono state avviate le pratiche per l’espulsione dal territorio italiano. Nonostante la scarsità di posti a disposizione, stavolta la Questura di Prato è riuscita a trovare una collocazione al 18enne che nel pomeriggio sarà trasferito a Bari, in attesa del rimpatrio in Marocco.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*