Addio a don Emilio Riva, parroco e canonico della cattedrale di Prato

È morto don Emilio Riva, parroco e canonico della cattedrale di Santo Stefano. Il sacerdote, 69 anni, è deceduto questa sera attorno alle 21 all’ospedale di Prato per il peggioramento delle sue condizioni di salute. Ormai da tempo lottava contro un male incurabile che nell’ultimo periodo gli aveva impedito di svolgere il suo ministero.

Originario di Spirano in provincia di Bergamo, don Emilio faceva parte di quella generazione di seminaristi arrivati a Prato dalla Lombardia alla fine degli anni Sessanta. Erano le cosiddette vocazioni adulte, giovani uomini che avevano scelto di entrare nel Seminario pratese aperto dall’allora vescovo Fiordelli a questo tipo di esperienze per far fronte ad una città in continua espansione. E proprio la nascita di una nuova parrocchia, quella di San Giovanni Bosco, tra i Ciliani e Chiesanuova, ha caratterizzato per molti anni la vita sacerdotale di don Riva. Dopo essere stato ordinato nel 1976 e aver fatto il vice parroco a La Pietà e Chiesanuova, il prete bergamasco viene nominato alla guida di una nuova comunità nella zona nord di Prato dedicata al Santo dei giovani Giovanni Bosco. Era il 1980, tutto era ancora da costruire e in pochi anni la parrocchia riuscì a realizzare la chiesa che si vede lungo via Liliana Rossi.

Parallelamente al lavoro di parroco, don Riva è stato direttore dell’ufficio amministrativo, vice economo e poi economo diocesano a partire dal 1999 su nomina di mons. Gastone Simoni. Persona attenta e onesta ha svolto questo incarico fino al 2013 con grande dedizione. Prima di assumere la guida della parrocchia della cattedrale nel 2008 è stato per quasi dieci anni a San Francesco. È stato anche presidente della Pro Verbo. Era uno dei sacerdoti più conosciuti della diocesi anche perché tutti i sabati entrava nelle case dei pratesi per la messa vespertina che celebrava in duomo teletrasmessa in diretta da Tv Prato.

La salma di don Riva sarà esposta dal primo pomeriggio di domani mercoledì 31 ottobre nelle cappelle del commiato della Misericordia. I funerali saranno presieduti dal vescovo Franco Agostinelli e concelebrati dal clero diocesano venerdì 2 novembre alle ore 10 in cattedrale.

3 Commenti

  1. Caso Giovanni Non ho parole per manifestare il mio dolore per la sua morte, mi è stato molto vicino nei momenti brutti della mia vita ciao don Emilio.

  2. Se ne va un’altro dei nostri confratelli preti dopo aver lottato da tempo contro un male brutto e incurabile Don Emilio Riva originario di Spirano in Provincia di Bergamo a soli 69 anni(era nato nel 1949) e arrivato a Prato alla fine degli Anni Sessanta. La sua vita è stata vissuta con pienezza alla Luce del Signore una volta ricevuta l’ordinazione sacerdotale nel 1976 da parte dell’allora Monsignor Pietro Fiordelli quale Primo Vescovo Residenziale di Prato nel tempo in cui erano iniziate le famose “Vocazioni Adulte” mentre il Vescovo Emerito Monsignor Gastone Simoni lo nominò “Economo della Cattedrale” nel 1999. Ha prestato il suo servizio come Vice Parroco alle Parrocchie della Chiesanuova e alla Pietà ed in seguito fu Parroco a San Giovanni Bosco all’inizio degli Anni Ottanta ancora prima che venisse consacrata definitivamente nel 1988, in seguito è stato Parroco alla Chiesa di San Francesco. Un altro incarico da lui ricoperto fu la Presidenza della Pro Verbo un’Associazione Cattolica fondata nel 1982 dall’allora Parroco della Chiesa di Santa Maria del Soccorso Monsignor Danilo Aiazzi(1922-1997) che raccoglieva fondi per tenere aperte alcune scuole cattoliche come il Nicastro a Tobbiana che purtroppo fu chiusa definitivamente nel 2008. Ha fatto parte del Consiglio dell’Opera del Duomo. Viene ricordato per la celebrazione della Santa Messa alle 18:00 in Cattedrale ripresa da TV Prato dallo storico Cameramen Antonio Amabile. Purtroppo quest’anno la nostra diocesi ha visto la morte di altri tre confratelli: a Gennaio se ne sono andati Don Stefano Faggi a soli 59 anni(Classe 1959) e Don Bruno Belli storico Parroco di San Biagio a Casale dal 1953 al 2006 a 96 anni(Classe 1922) il “Decano del Clero Partese” e a fine Agosto Don Guido Razzoli storico Parroco di Filettole dal 1953 a 92 anni(Classe 1922). Dio accolga tutti nel suo Regno dopo tutto quello che hanno fatto. Carissimo Don Emilio e carissimi confratelli un giorno ci ritroveremo a godere per sempre della gloria del Signore

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*