Manovra, Cgil-Cisl-Uil: “Deve essere modificata”

Centinaia di delegati sindacali hanno partecipato oggi ai tre attivi unitari di Arezzo, Prato e Pontedera convocati da Cgil, Cisl e Uil, con la manovra economica del governo come tema principale. Per Dalida Angelini, segretaria generale della Cgil Toscana presente ad Arezzo, “manca il tema del lavoro e degli investimenti, soprattutto quelli che sarebbero in grado di generare occupazione. Assistiamo al blocco delle grandi opere che sono fondamentali: bloccare i cantieri aperti vuol dire fare passi indietro”. Da Pontedera (Pisa) Riccardo Cerza, segretario generale Cisl Toscana, manda a dire al governo che “non si possono ignorare 12 milioni di lavoratori e pensionati”, per cui nel Def “non ci può essere solo assistenza, devono esserci soprattutto investimenti su infrastrutture e lavoro, per creare sviluppo, ricchezza e occupazione”. Annalisa Nocentini, segretario generale Uil Toscana, da Prato ha detto che “la manovra del governo, così come è stata concepita, non ci convince, va cambiata. Le priorità secondo noi sono altre e cioè, come indicato nella nostra piattaforma unitaria, lavoro, sviluppo e pensioni dignitose”.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*