Decreto semplificazione, spariscono le norme utili agli impianti di riciclo. Biffoni: “Se non si risolvono i problemi alle aziende non si aiuta l’occupazione”

“Ancora una volta gli annunci del Governo finiscono nel nulla di fatto e le disposizioni per le autorizzazioni dette End of waste sono sparite dal decreto semplificazione come per magia. Il ministro Costa spieghi cosa è successo, così si blocca lo sviluppo delle imprese”. Il sindaco Matteo Biffoni esprime così la propria contrarietà al decreto varato ieri dal Consiglio dei ministri, che ha visto cambiare versione fino a far sparire le disposizioni che avrebbero permesso di sbloccare gli impianti di riciclo per trasformare i rifiuti in risorse. “Da un lato esiste la necessità di sostenere nuove vie di sviluppo per le nostre imprese che dal riuso degli scarti tessili potrebbero tranquillamente dare vita a nuove opportunità economiche e quindi più lavoro – aggiunge Biffoni -; dall’altra esiste un’evidente emergenza impiantistica che sarebbe in parte risolta con una gestione del riciclo. Senza quella norma l’economia circolare, di cui tanto parla il Governo e in particolare i 5Stelle, resta solamente un proclama e il ministro Costa ancora una volta si sottrae da una presa di responsabilità sul tema. Fa simpatia il riciclo creativo di cui parla la Raggi, che noi a Prato peraltro già facciamo da anni, qui serve dare risposte alle aziende e all’ambiente con provvedimenti che facciano del riuso una fetta importante dell’economia. Auspico che quanto prima si ponga rimedio a questa grave dimenticanza, se la vogliamo chiamare così, che mette in difficoltà le aziende pratesi e non solo. Dopo le risorse tolte a Prato, questo Governo continua a compiere scelte dannose per la nostra città”.

1 Commento

  1. Condivido l’opinione del sindaco..siamo di fronte ad una politica fatta di slogan che non consente alle aziende del distretto di riciclare gli scarti di lavorazione ..sperando che la norma venga reintrodotta e ci sia una via anche per risolvere il problema impianti per lo smaltimento dei rifiuti speciali di natura manifatturiera che altrimenti rimarranno a carico delle imprese

1 Trackback / Pingback

  1. Cinque stelle verso la spaccatura in vista delle amministrative. Consiglieri per ora assenti alle riunioni del meetup VIDEO | TV Prato

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*