Una moneta locale per rilanciare l’economia e varchi al Macrolotto: le proposte di Forza Nuova in vista delle elezioni

Un programma in 28 punti: è quello presentato dal candidato sindaco di Forza Nuova Massimo Nigro in vista della competizione elettorale ormai alle porte nel comune di Prato. L’obiettivo dichiarato da Nigro è di “risollevare la città dalla depressione in cui è caduta”. Una depressione soprattutto economica, a sentire il candidato sindaco della forza di estrema destra, il quale ha affermato che devolverà l’intero stipendio da sindaco alle famiglie bisognose, nel caso in cui dovesse essere eletto. Tra le proposte per far girare l’economia locale, la messa in circolazione di una moneta complementare, il “cencio”, che, stampata per ordine del sindaco, può essere scambiata all’interno dell’area commerciale cittadina tra tutti gli artigiani dotati di partita iva. Per dimostrare la fondatezza della proposta il programma di Forza Nuova cita l’art. 112 del Testo Unico Enti locali (“Gli enti locali, nell’àmbito delle rispettive competenze, provvedono alla gestione dei servizi pubblici che abbiano per oggetto produzione di beni ed attività rivolte a realizzare fini sociali e a promuovere lo sviluppo economico e civile delle comunità locali”). In sintesi, i commercianti che aprano un conto presso la camera di compensazione del circuito, hanno diritto ad acquistare servizi per mezzo della nuova valuta e non in euro. Coloro che erogano servizi, avranno così un credito, spendibile all’interno della cerchia di iscritti. Ecco l’obiettivo del sistema, sempre secondo il programma: Nessuno ha convertito euro per acquistare la valuta complementare e nessuno ha pagato interessi sul debito in crediti, che questa iniziale operazione di acquisto ha previsto. Limitando questa pratica al mondo delle partite iva, tutte le imprese aderenti avranno enormi vantaggi come l’aumento del potere d’acquisto (grazie all’indebitamento libero da interesse), più chance di mercato di piazzare nuove vendite , acquisire così nuovi clienti ed incrementare il fatturato.

Tra i punti presi in esame durante la presentazione della propria lista nel comitato elettorale di vale Montegrappa 25, anche la sicurezza: nel programma di Forza nuova c’è l’assunzione di altri cinque agenti di Polizia municipale, per i quali è previsto un tirocinio presso i colleghi inglesi per imparare a presidiare e i parchi a cavallo (nel programma si legge infatti: Interventi rapidi ed energici in tutti quei quartieri che ormai sfuggono anche al controllo delle forze dell’ordine come aree verdi e parchi pubblici, preda ormai di sbandati e spacciatori. Tutte queste zone franche dovranno tornare a disposizione della cittadinanza.)
Le forze dell’ordine sarebbero impiegate in maniera massiccia anche ai quattro varchi che si vorrebbe istituire al Macrolotto per il controllo della legalità: “Vogliamo istituire, con questi quattro valichi, una sorta di interporto della moda, sul modello dell’interporto di Gonfienti – spiega Massimo Nigro -, I valichi saranno presidiati dalla Polizia municipale e chiederemo la collaborazione anche della Guardia di Finanza e dell’esercito. Potranno passare oltre solo quei commercianti che siano in grado di esibire un regolare contratto di lavoro. Tutti i camioncini saranno controllati e sarà registrata la data di ingresso e di uscita. A distanza di tempo, chiederemo alla Finanza di controllare che siano state emesse le fatture. Contrasteremo così l’evasione fiscale dei cinesi”. Va nella direzione di creare un maggior senso di sicurezza in centro storico l’iniziativa che vorrebbe erogare 300 euro come contributo annuale ai negozianti per l’illuminazione dei locali dalle ore 20.30 alle ore 5 del mattino.

Previsti anche contributi economici per le famiglie in difficoltà: Contributi economici a famiglie ITALIANE con reddito fino a 10mila euro – si legge ancora nel programma elettorale – Oggi i contributi elargiti dai comuni non soddisfano le reali esigenze e necessità di tutte quelle famiglie pratesi colpite dalla crisi economica. È nostra intenzione aiutare tutte queste famiglie redigendo accordi ben definiti con gli operatori del mercato libero dell’energia, per quanto riguarda le forniture di acqua, luce e gas, mediante contratti a canoni calmierati. 

Sui temi caldi dell’attualità, vedi alla voce “aeroporto di Peretola”, Forza Nuova nel suo programma si dichiara possibilista riguardo all’ampliamento dello scalo e rimette tutto nelle mani di “studi autorevoli e imparziali” sull’argomento: Sul tema dell’ aeroporto di Peretola, respingiamo le speculazioni elettorali di tutti gli schieramenti, che servono soltanto ad enfatizzare le preoccupazioni di tanti cittadini coinvolti nella questione. Affermiamo l’esigenza che vi siano studi realmente autorevoli ed imparziali in grado di fare chiarezza sulle ricadute in termini di impatto acustico e ambientale della nuova pista. Soltanto se tali conclusioni confermeranno le preoccupazioni dei pratesi, avrà senso una posizione negativa rispetto ad una infrastruttura le cui sorti saranno decise in sedi diverse da quelle della nostra città.  In caso contrario non ci saranno ragioni per non riconoscere il valore di un opera [sic] come il potenziamento dello scalo aereoportuale di Peretola, che può costituire, quale Aeroporto della Toscana Centrale, una grande opportunità di crescita anche per la città di Prato e per la sua ripresa economica.

 

LS

 

1 Commento

  1. Ma guarda, hanno anche proposte per rilanciare l’economia, pensavo si intendessero solo di olio di ricino e manganelli. Forse le proposte sull’economia solo solo mezzi di distrazione di massa dietro i quali spuntano le vere argomentazioni: olio purgativo e randellate.Perchè in fondo è anche giusto, uno nella vita deve fare cose che sa far bene, di cui è veramente competente!

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*