Crollano pietre dalle mura: tragedia sfiorata. Chiusa Porta Santa Trinita FOTO e VIDEO

Tragedia sfiorata stamani a Porta Santa Trinita. Alcune pietre sono cadute dalle antiche mura finendo in strada. Il crollo è avvenuto intorno alle 9,30. Per fortuna non si registrano feriti, anche se c’è mancato davvero poco come conferma un commerciante della zona, che ha assistito alla scena. “Ero fuori dal negozio e ho visto un grosso blocco di pietra cadere al suolo, pochi secondi dopo il passaggio di una signora, che si è allontanata terrorizzata” afferma Piero, titolare della pescheria “Lo squalo”.


Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco e i tecnici del Comune di Prato. Porta Santa Trinità è stata chiusa per consentire le operazioni di messa in sicurezza della zona.

A staccarsi è stato del materiale utilizzato per riempire l’intercapedine tra la porta e le mura. Il cedimento, con ogni probabilità, è avvenuto a seguito di infiltrazioni piovane, che hanno indebolito i mattoni a vista fino a parli precipitare assieme al materiale di riempimento. I vigili del fuoco, con l’ausilio di un’autoscala, hanno provveduto a rimuovere altre pietre pericolanti, per un tratto di circa un metro. Sul posto anche la polizia municipale, per impedire l’accesso ai pedoni durante le operazioni di messa in sicurezza.  Al termine dell’intervento, Comune e pompieri hanno deciso di transennare la parte più vicina all’intercapedine crollata e di chiudere al transito dei veicoli Porta Santa Trinita, che è invece percorribile dai pedoni. Nei prossimi giorni l’amministrazione comunale effettuerà degli interventi per l’eliminazione totale del pericolo nel tratto coinvolto; i tecnici confermano che non c’è nessun pericolo di stabilità per le mura e che il materiale caduto non ha validità strutturale. Negli ultimi anni – aggiunge il Comune – sono stati programmati e realizzati diversi interventi alle mura cittadine e nel corso dell’anno saranno realizzati lavori alle mura della seconda cerchia, quelle di via Santa Caterina.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*