La Camerata torna ad esibirsi al Politeama con un concerto speciale

La Camerata Strumentale “Città di Prato” torna sul palcoscenico del Teatro Politeama per il sesto concerto della stagione. Una coproduzione con il Teatro Metastasio che si avvale della partecipazione di giovani cantanti premiati al Concorso Lirico «Belli» di Spoleto e dei bambini del Coro di voci bianche della scuola “Giuseppe Verdi” di Prato. L’appuntamento è per domani sera alle ore 21.

Così Alberto Batisti, direttore artistico dell’orchestra pratese, presenta il concerto:

“In questo programma particolare, ci è parso giusto approfittare del genio di Kurt Weill e Bertolt Brecht per mettere in mostra, come antitesi alla nostra linea conduttrice della costruzione di una città e un mondo armonioso, la nascita e la degenerazione di una città che si immola al dio denaro e alla corruzione. È Mahagonny, che Jonathan Webb dirige nella versione originale di Songspiel, intrisa di omaggi al cabaret berlinese del primo dopoguerra. La produzione si avvale della partecipazione di giovani cantanti premiati al Concorso Lirico «Belli» di Spoleto. Nella serata sarà presentato anche il piccolo cantiere musicale di Wir bauen eine Stadt (Costruiamo una città) di Paul Hindemith eseguito dai ragazzi della Prato Sinfonietta e dai bambini del Coro di voci bianche della scuola «G. Verdi», in voluto contrasto stridente. Da una parte si mostra la città ideale costruita dai bambini, dall’altra la città destinata all’auto annientamento. Un monito attualissimo. Nella prima parte del concerto torna nel nostro cartellone la meravigliosa viola di Iakov Zats (nella foto sotto), che commosse il pubblico pratese con Lacrimae di Britten. Questa volta è impegnato in un altro dei classici che il Novecento ha dedicato a quello strumento, Der Schwanendreher di Hindemith (1935), un concerto su antichi temi popolari tedeschi utilizzati come materiale per ciascuno dei tre movimenti. E su temi popolari ebraici, dal sapore tipicamente Kletzmer si apre il concerto, con la celebre Ouverture di Prokof’ev”.

Alle 18,45 al Politeama Pratese si terrà l’incontro introduttivo con il direttore artistico Alberto Batisti. Ingresso libero.  A seguire buffet da prenotarsi entro martedì 19 marzo allo 0574 603758 o info@cameratastrumentale.org
Il concerto verrà trasmesso in diretta su Rete Toscana Classica – anche in streaming su www.retetoscanaclassica.it
Info: Teatro Politeama Pratese / Via Garibaldi 33, Prato/ tel 0574 603758. Costo biglietti e abbonamenti.

Direttore Jonathan Webb
Iakov Zats viola
Mariangela Marini, Annapaola Pinna, Amedeo Di Furia, Marco Rencinai, Paolo Ciavarelli, Giordano Farina solisti di canto
Prokof’ev: Ouverture su temi ebraici op. 34
Hindemith: Der Schwanendreher
Weill: Mahagonny Songspiel

In collaborazione con
Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto «A. Belli»

Intermezzo
Wir bauen eine Stadt (Costruiamo una città)
Libretto Robert Seitz
Musica Paul Hindemith
Arrangiamento Daniele Iannaccone
Direttore Daniele Iannaccone
Regia Roberto Abbiati
Maestro del coro Rossella Targetti
Ensemble Prato Sinfonietta
Coro di voci bianche della Scuola di Musica «G. Verdi»

In coproduzione con Teatro Metastasio e Scuola di Musica «G. Verdi»

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*