Mara Carfagna (FI): “A Prato cinque anni di politica inconcludente”

La vicepresidente della Camera Mara Carfagna (Forza Italia) a Prato per incontrare il candidato sindaco Daniele Spada, la candidata alle Europee Rita Pieri e i candidati al consiglio della lista di Forza Italia nel comune di Prato. Le deputata forzista doveva inizialmente fare visita ad alcuni esercizi commerciali del centro storico, ma per impegni si è recata direttamente al Giardino delle Fate dove ha tenuto una conferenza stampa. “Purtroppo la giornata ha solo 24 ore e prima di Prato sono andata a Firenze, cercherò di tornare nei prossimi giorni per fare quel giro tra i negozi che non ho potuto fare oggi”, ha precisato Carfagna, che non ha risparmiato le stoccate all’amministrazione pratese uscente: “Prato è la seconda città della Toscana e questi cinque anni di amministrazione della sinistra sono stati anni inconcludenti dal punto di vista economico e sociale. Nei comuni in cui la sinistra governa, le tasse sono più alte e c’è un sistema di potere autoreferenziale che costruisce gli interessi di pochi a scapito dei bisogni di tutti”. Alla domanda se ci sia del risentimento o del dispiacere per il fatto che Rita Pieri, dopo essere stata a lungo in corsa, non sia stata scelta come la candidata a sindaco del centrodestra unito a Prato, la deputata di Forza Italia risponde: “Dal momento in cui scegliamo un candidato ci stringiamo intorno a lui. Se posso dare un consiglio a Daniele è quello di tenere sempre come bussola la comunità. Non basta essere onesti e trasparenti se non tendi la mano alla comunità”. Accanto a lei, appunto, Spada, che non ha nascosto il suo passato in Forza Italia: “Questa è la mia prima campagna elettorale da candidato sindaco, ma è la mia seconda campagna elettorale se contiamo quella che ho fatto per il consiglio in passato per Forza Italia”. E anche Rita Pieri ha ricordato quel “passato”: “Sono felice di essere qui stasera con i tanti che hanno condiviso le mia battaglie nelle istituzioni, che amo. Anche con Daniele ho condiviso qualche battaglia, quando da giovane era mio ‘compagno di banco’ in consiglio”. Infine un commento di Carfagna sull’uscita di giorgio Silli dal partito (scelta motivata da quella che Silli ha definito un’eccessiva somiglianza con le politiche del Pd: “Noi siamo sempre stati cosa diversa dal Pd, dispiace che un deputato esca, ma la nostra storia è fatta di persone che escono ed entrano”.

 

LS

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*