Il Covid si abbatte sulle nozze: calo del 75% dei matrimoni civili e religiosi VIDEO

Sono quasi 60mila, in Italia, i matrimoni rinviati all’autunno o addirittura al prossimo anno per colpa dell’emergenza Covid. 60mila coppie che aspettavano da tempo di coronare il loro sogno d’amore e che invece dovranno attendere ancora.
Anche a Prato si fanno i conti con le nozze saltate a causa dell’emergenza sanitaria: numeri importanti che delineano un quadro da minimi storici. Per quanto riguarda le funzioni religiose, sono poco più di 20 i matrimoni celebrati dall’inizio dell’anno ad oggi nelle parrocchie della Diocesi pratese.

E le previsioni per i prossimi mesi non sono rosee.

Numeri più alti ma comunque in discesa anche sul fronte dei matrimoni civili. Tra giugno e settembre dello scorso anno erano stati 214 i riti celebrati in Comune a fronte dei 61 di quest’anno, tra celebrati e pianificati per i prossimi mesi.

La diminuzione totale, stando ai dati di Comune e Diocesi, sarebbe quindi pari al 75% circa rispetto al 2019. Una curva verso il basso legata anche in parte ai flussi turistici, sostanzialmente fermi. L’auspicio è che con la ripresa lenta del turismo, si possa tornare a scegliere la provincia di Prato come location per pronunciare il fatidico “sì”.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*