Elezioni regionali, vandalizzati i manifesti della candidata leghista Diletta Bresci FOTO

“In soli due giorni è stato strappato un mio manifesto e, nella notte, vandalizzato con una bomboletta spray il mio camion vela. Si respira proprio un bel clima!” Lo sfogo è di Diletta Bresci, candidata al consiglio regionale per la Lega, nonché consigliere provinciale del Carroccio. “Davanti ad episodi del genere rimango basita dal poco senso di democrazia e di rispetto che caratterizza certe persone. Non so cosa ci guadagnino a compiere gesti simili” aggiunge Bresci. Il camion vela preso di mira era parcheggiato davanti al cimitero di Poggio a Caiano, mentre il manifesto è stato strappato in via Matteotti, sempre nel comune mediceo.
“La cosa tragicomica – prosegue la candidata leghista – è che siamo sempre noi della Lega ad essere accusati di fomentare odio, quando gesti così rabbiosi noi li subiamo e basta. Io non mi sognerei mai di andare a deturpare una pubblicità di un mio avversario politico, nonostante non sia d’accordo con le sue idee. Credo che uno dei motivi per cui in Toscana si debba cambiare rotta, è anche questo! Non è concepibile – conclude Bresci – che nel 2020 una persona non possa fare propaganda politica e che, tempo due secondi, debba essere subito bersaglio di attacchi vili di persone antidemocratiche e irrispettose”.

2 Commenti

  1. Non è una cosa tragicomica che siete voi della lega a fomentare odio, è semplicemente la verita’. Poi quando l’odio che avete seminato vi si ritorce contro, cascate dalle nuvole!

  2. Complimenti alla signora.
    Quindi sa già che chi ha vandalizzato i suoi manifesti elettorali sono “avversari politici”.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*