Al via il catechismo (in sicurezza) nelle parrocchie di Prato. Il vescovo Nerbini incontra i catechisti in San Domenico

Torna il catechismo, ovviamente in piena sicurezza, nelle parrocchie della Diocesi di Prato. Domani, sabato 3 ottobre, il vescovo Giovanni Nerbini incontrerà i catechisti: l’appuntamento è alle 9,30 in San Domenico. Prima ci sarà un momento di formazione e alle 11 verrà celebrata la messa e sarà consegnato il mandato ai catechisti.

In vista della ripartenza del catechismo in parrocchia, l’Ufficio catechistico diocesano, in accordo col Vescovo e con il supporto della Curia, ha predisposto un protocollo di sicurezza, denominato «Sicuri, dietro di me», per lo svolgimento delle lezioni con i bambini e i ragazzi. I genitori, in particolare, sono chiamati a firmare un patto di corresponsabilità: da un lato le parrocchie daranno adeguata comunicazione su come si svolgerà il catechismo e le misure per evitare rischi di contagio, dall’altro i familiari dovranno impegnarsi a far indossare al figlio la mascherina e non mandarlo a catechismo se ha febbre o sintomi influenzali.

Ecco come funzionano le lezioni: all’ingresso dei locali parrocchiali è obbligatorio igienizzarsi le mani; sia i ragazzi che i catechisti potranno presentarsi solo se in salute e dovranno indossare la mascherina per tutta la durata dell’incontro. Si ricorda che i genitori non potranno entrare nelle aule. Saranno poi presenti tre registri: in uno dovranno essere annotate le presenze dei bambini, nell’altro gli eventuali visitatori degli ambienti del catechismo e nel terzo dovranno essere segnate le attività di pulizia e igienizzazione di stanze e bagni compiute al termine di ogni incontro (con il nome di chi le ha eseguite).

Tutto il materiale (protocollo, linee guida, patto di corresponsabilità, modulo di iscrizione al catechismo, registri e liberatoria) è scaricabile dal sito web della Diocesi di Prato.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*