Da lunedì torna il “carabiniere di quartiere” per il presidio del centro storico FOTO

Da lunedì sarà ripristinato a Prato il servizio del “carabiniere di quartiere”: ogni giorno dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19 una coppia di carabinieri sarà presente nelle varie vie del centro storico per raccogliere eventuali segnalazioni da parte dei cittadini e dei commercianti. Si tratta di un nucleo stabile di militari dell’Arma, già opportunamente formati, che a turno svolgerà il servizio a piedi. I carabinieri di quartiere saranno dotati di un’uniforme caratteristica, che li renderà riconoscibili, di una radio, per mantenersi costantemente collegati alla rete operativa, e di un computer palmare integrato con cellulare radiolocalizzabile via satellite, mediante il quale è possibile trasferire dati e immagini alla centrale operativa. Le segnalazioni dei cittadini saranno sempre gestite nella massima tutela della privacy e della sicurezza dell’interlocutore. “Dal 2008 è previsto per i centri storici dei capoluoghi di provincia come servizio di prossimità, di assistenza e di informazione, non come attività operativa – specifica il comandante provinciale dei Carabinieri Francesco Zamponi -. Sin dai primi giorni del mio arrivo in questa città, pensavamo che il centro di Prato si attagliasse bene al carabiniere di quartiere, che tornerà, quindi, lunedì. I militari non avranno il compito di verificare la chiusura degli esercizi alle ore 18, è una coincidenza che il servizio venga riattivato nei giorni successivi all’ultimo dpcm”.

 

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*