Sfruttamento profughi, Rossi in visita a Prato ringrazia gli operatori del S. Rita per aver denunciato i fatti: “Anche gli imprenditori facciano la loro parte” VIDEO

All’indomani dell’inchiesta della Procura di Prato che ha portato alla scoperta di un giro di sfruttamento tra i profughi, impiegati in aziende vitivinicole del Chianti (Leggi l’articolo), il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi si è recato in visita questa mattina ai richiedenti asilo ospitati nei locali dell’ex scuola Santa Caterina. Il governatore ha ringraziato gli operatori della Fondazione Opera Santa Rita per aver aiutato le vittime del caporalato a denunciare alla polizia quanto stavano subendo. “Questo episodio dimostra che il sistema di accoglienza diffuso attuato in Toscana funziona” ha sottolineato Rossi, rimarcando che “accoglienza e legalità devono andare di pari passo”. “Dobbiamo impedire che simili forme di caporalato e sfruttamento del lavoro si radichino nel tessuto economico toscano” ha aggiunto Rossi, invitando gli imprenditori ad un atto di corresponsabilità, verificando ciò che accade nelle loro aziende.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*