Nuova area giochi a Oste: entro settembre il completamento del restyling di piazza Amendola FOTO

Sono iniziati giovedì scorso i lavori di realizzazione della nuova area giochi in piazza Amendola a Oste. L’ intervento, molto atteso dagli ostigiani, fa parte del progetto di restyling dello spazio voluto dal Comune per dare un nuovo volto alla piazza principale della frazione, dove si svolge tutta la vita sociale del paese. « Rispetto alla tabella di marcia originaria abbiamo atteso qualche settimana in più per iniziare l’installazione dei nuovi giochi, per non creare intralcio alle numerose manifestazione che si sono svolte nella piazza, dal Corteggio storico fino alla sagra del cocomero di domenica scorsa», spiega l’assessore ai lavori pubblici, Simone Calamai «In ogni caso entro settembre tutta la piazza sarà sistemata con le nuove sedute, gli arredi e i vialetti, come previsto dal progetto di restyling».
In questi giorni dunque gli operai hanno rimosso i vecchi giochi rimasti ancora nella piazza e sono a lavoro per creare i nuovi basamenti sui quali saranno sistemati le altalene, gli scivoli, i giochi a molla e il castello. Infine, saranno sistemati i pannelli in gomma colata per garantire la sicurezza dei bambini in caso di caduta e per consentire una migliore pulizia dello spazio giochi. Sono già stati portati a termine, invece, i lavori di installazione della nuova pensilina dell’autobus (lato via Oste) che ha trovato posto sulla pensilina, adeguata nei mesi scorsi, alla salita e alla discesa delle carrozzine per i disabili. Conclusa anche la realizzazione del nuovo vialetto tra il centro della piazza e la fontanella sul lato di via Oste. I lavori proseguiranno poi con la sostituzione di tutte le panchine, la sistemazione di tutti i vialetti presenti sulla piazza e del blocco dei due contatori elettrici, che versava in cattive condizioni. Certamente tra gli interventi più significativi che rimangono da fare c’è la resinatura della parte centrale della piazza. Il pavimento sarà colorato con un motivo dal titolo “Intreccio di tessuto”, una decorazione non scelta a caso, come sottolinea l’assessore Calamai:« Volevamo dare un nuovo volto alla piazza che fosse allo stesso tempo capace di parlale della storia e dell’identità di questa frazione. L’intreccio di tessuto ci ricorda la collocazione di Oste nell’area industriale, vera ricchezza del nostro Comune e ci parla anche di come il tessuto abbia rappresentato il vero motore di sviluppo per questa, che fino agli anni Cinquanta, era una piccola borgata di campagna. A Oste vivono persone che provengono da tutta Italia e, ultimamente anche dal tutto il mondo, di cui i bovinesi rappresentano la comunità più numerosa. Persone che nel tempo si sono trasferite qui a Oste alla ricerca della dignità e del riscatto che solo il lavoro può dare e che hanno reso la frazione laboriosa e dinamica. Un piccolo omaggio dunque al tessile».

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*