La Regione decisa a rilevare il Creaf dopo il fallimento: pronti altri due milioni

La parabola del Creaf è destinata a proseguire. La Regione è intenzionata ad investire due milioni di euro per rilevare il Centro di ricerca dichiarato fallito. L’intenzione è stata confermata dall’assessore regionale allo sviluppo economico Stefano Ciuffo, intervenuto alla seduta straordinaria del consiglio comunale dedicata proprio al Creaf, il centro di ricerca e formazione costato 22 milioni di euro e mai partito. La proposta è vincolata ad una delibera di giunta e del consiglio regionale, ma permetterebbe di evitare che l’immobile finisca all’asta e resti in mano pubblica. La Regione peraltro vanta 10 milioni di crediti e l’offerta di circa 7milioni e mezzo per rilevare il Creaf comprenderebbe anche la metà del credito per la Regione, creditore privilegiato. L’operazione permetterebbe anche di di soddisfare gli 800mila euro che deve avere il Comune, altro creditore privilegiato, e di saldare le pendenze di qualche chirografo. In fumo invece i 5 milioni che la Provincia versò nel 2010 come prestito

Salvato ancora una volta il Creaf, bisognerà davvero farlo partire e trovare una destinazione

Critica e scettica l’opposizione, che teme lo sperpero di altri soldi pubblici

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*